PLTV anche questa settimana propone ai propri lettori una survey che ascolta il territorio, per fornire insights uniche a tutti coloro che lavorano in Piemonte o che intendono rafforzarsi in questa regione.

Il Piemonte è la settima regione analizzata da PLTV, grazie anche alla collaborazione di operatori nei Finanziamenti Corporate (Confartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest, Unionfidi), nella Cessione del V (Conafi Prestitò, Pitagora, Figenpa, Primo Network, S.A.FIN.), e nei Mutui Retail (We-Unit, ImutuiPI). Si tratta di società con la propria sede in questo territorio e che hanno accettato di condividere i loro obiettivi e le loro strategie nei finanziamenti.

Il quadro che emerge da questo survey è caratterizzato da indubbi segnali di recupero, sia nel settore dei finanziamenti retail, che corporate, una ripresa sostenuta anche da tanti nuovi progetti…

Confidi e Corporate

La situazione che appare dal bollettino sull’economia regionale del Piemonte, pubblicato da Banca d’Italia, indica che la contrazione dei prestiti bancari si è attenuata sia per le imprese sia per le famiglie consumatrici. Si è invece intensificato il calo dei prestiti per le società finanziarie e assicurative e per le Amministrazioni pubbliche.

Tenendo conto non solo dei prestiti bancari, ma anche di quelli delle società finanziarie, il credito al settore produttivo è diminuito del 2,7% nel 2014.

caramannaGianmario Caramanna (nella foto), direttore generale di Confartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest, appare moderatamente ottimista nelle sue dichiarazioni sulla situazione.

“Il Piemonte segna un trend positivo per quanto attiene alla ripresa economica, in specie relativamente alle esportazioni ed all’occupazione. A ciò, purtroppo, non corrisponde una crescita del credito alle imprese, diminuito ancora, al contrario del credito alle famiglie. Su tale evidenza pesa il monte delle sofferenze, assai elevato, il quale costituisce una criticità che va affrontata a livello nazionale.

Anche i Confidi risentono della travagliata situazione: ad esempio il nostro – che pure segna, sia nel 2015, che nel primo semestre 2016, una crescita delle garanzie erogate – deve tale risultato positivo ai nuovi mercati (Lombardia e Lazio) ove operiamo da qualche tempo con buoni risultati.”

Giorgio-GuarenaGiorgio Guarena (nella foto), direttore generale Unionfidi, esprime ottimismo riguardo l’attività della sua società nel corporate nel primo semestre del 2016. “Il primo semestre 2016 registra un’interessante ripresa sui nostri principali indicatori. Le nuove garanzie, deliberate dall’inizio dell’anno, sono state pari a oltre Euro 51 milioni, con un incremento pari al 18,7%, rispetto allo stesso periodo del 2015. Cresce anche l’importo dei relativi finanziamenti garantiti, erogati dal sistema bancario, a fronte delle nostre garanzie, che si attesta a circa Euro 87 milioni (Euro 77,18 milioni nel primo semestre 2015, +12,57%).

Nei primi 6 mesi del 2016 Unionfidi ha associato 163 nuove imprese, toccando quota 15.100 soci.

Relativamente ai progetti, accanto al prodotto tipico della garanzia, ed in forza della recente iscrizione all’albo unico 106 ‘Nuovo Tub’, siamo in procinto di operare con riferimento a ‘strumenti alternativi di credito’, quali cambiali finanziarie e mini short term bond, sempre al fine di fornire assistenza alle nostre imprese socie nel loro percorso di sviluppo e crescita.”

Cessione del V

salvatore-chioloConafi Prestitò,” – dichiara il CEO Salvatore Chiolo (nella foto), – “ha la propria sede operativa in Piemonte; pertanto ha da sempre considerato la regione con particolare cura nelle proprie attività di sviluppo commerciale.

Attualmente possiamo contare su una decina di strutture convenzionate con le quali abbiamo intrapreso un progetto rivolto agli agenti che intendono orientare i propri affari utilizzando le attività metodologiche e sinergiche offerte da Conafi. Oltre a ciò, proponiamo alla clientela corporate un portafoglio di prodotti e servizi studiati appositamente in un’ottica di ampliamento delle opportunità per le imprese.”

paolo-rossiPitagora in Piemonte è una realtà consolidata, forte di oltre 500 sportelli in banca e ben dodici filiali. Paolo Rossi (nella foto), direttore partnership e marketing della società, dichiara che…

“Da sempre il Piemonte è un territorio che presidiamo con prossimità di filiali Pitagora al servizio dei Partners Banche. Il nostro modello di business, denominato BusinessToPartner, ci contraddistingue sul mercato di riferimento e prevediamo ulteriormente di incrementarlo”.

ivo-ghirlandiniIl territorio piemontese è molto caro all’amministratore delegato di Figenpa, Ivo Ghirlandini (nella foto), in quanto nativo di Torino; la sua ambizione è quella di raggiungere una significativa quota di mercato della Cessione del V in questo territorio.

Lo conferma il responsabile Commerciale Alessandro Lazzara, affermando che “oltre alla presenza di quattro filiali dirette, situate in Alessandria, Cuneo, Torino e Novara, Figenpa è alla ricerca di agenti, con organizzazione autonoma, destinati ad aumentare la quota di mercato, come richiesto dai vertici aziendali, e incrementare la presenza in questa regione che offre alte potenzialità di crescita.”

salernoFranco Salerno (nella foto), direttore commerciale di Primo Network, esprime piena soddisfazione per i risultati conseguiti dalla sua società. “Il Piemonte rappresenta la regione dove abbiamo la nostra sede e da dove siamo partiti ben 16 anni fa. Siamo presenti in modo capillare, con collaboratori che coprono una o più provincie, e l’attività svolta in questo territorio ci sta premiando, in termini di produzione, con un aumentato, nei primi 6 mesi di questo anno, di circa il 30%.

Merito anche della nostra piattaforma CRM, che utilizza i più sofisticati sistemi informatici e di marketing e che permette, a chi lavora con noi, di avere uno strumento molto avanzato. La nostra missione è quella di sviluppare un approccio sempre più moderno ed efficace tra noi e il consumatore che vuole avere risposte immediate e trasparenti, utilizzando le nuove tecnologie.”

Andrea Monteleone“La nostra società opera da oltre 27 anni sul territorio piemontese e si è da sempre distinta per l’importante legame con il territorio e gli elevati standard qualitativi.” Così esordisce nella sua presentazione della società Andrea Monteleone (nella foto), direttore commerciale S.A.FIN., il quale aggiunge: “La nostra rete vendita, formata esclusivamente dalle 6 filiali dirette dislocate sull’ area piemontese, ci consente di avere un’altissima qualità della produzione e di gestire in maniera agevole gli importanti volumi generati.

L’ area del Piemonte è di assoluta importanza strategica per S.A.FIN.: contiamo infatti di aprire, entro fine 2018, altre due filiali che ci consentano di proseguire nel trend di crescita avuto negli ultimi 5 anni, nei quali ci siamo attestanti su una produzione di circa Euro 15 milioni annui, erogati esclusivamente sul territorio piemontese.

Mutui Retail

Dall’ultimo bollettino di Banca d’Italia sulla regione Piemonte emerge che…

Dopo tre anni consecutivi di calo, le nuove erogazioni di mutui per l’acquisto di abitazioni sono aumentate l’anno scorso del 15,4%, a circa Euro 1,9 miliardi, valore comunque pari a poco meno di due quinti rispetto al picco del 2006.

La ripresa è stata più intensa rispetto alla media del Nord Ovest e a quella nazionale. Alla dinamica ha contribuito l’ulteriore calo dei tassi d’interesse sulle nuove erogazioni, scesi nel dicembre dell’anno scorso al 3,2%, dal 3,9% alla fine del 2013.

Le situazioni di potenziale vulnerabilità rimangono nel complesso contenute: in Piemonte le famiglie con un reddito inferiore al valore mediano e la cui rata del mutuo assorbe almeno il 30% del reddito rappresentano l’1,3% del totale, valore in calo rispetto alla precedente rilevazione e inferiore a quello medio nazionale.

Angelo Spiezia Amministratore Delegato

“Il Piemonte per We-Unit è una regione strategica,” – afferma Angelo Spiezia (nella foto), amministratore delegato di We-Unit, che prosegue così – “recentemente abbiamo avviato il progatto Alleare, volto a rafforzare le sinergie tra i ns. consulenti del credito e gli agenti immobiliari, l’iniziativa ha riscosso grande successo.

A questo aggiungiamo che abbiamo avviato una pesante campagna di reclutamento agenti volta a rafforzare ulteriormente la ns. presenza, iniziative sintomatiche dell’interesse da parte di We-Unit per la regione.

claudio-pasini“Pur essendo una piccola realtà” – dichiara Claudio Pasini (nella foto), amministratore unico ImutuiPI“della mediazione creditizia in Piemonte, ImutuiPI è attiva e riconosciuta nell’ambito dei mutui retail, in particolare a Torino.

Sia i risultati ottenuti nel 2015, che quanto sinora erogato nel 1° semestre 2016, dimostrano un discreto risveglio del mercato, anche se con un marcato decremento dei valori singoli di pratica.

Si nota altresì uno spostamento delle richieste a favore della prima e della seconda cintura del Torinese, rispetto al capoluogo. I progetti futuri di ImutuiPI vanno verso un incremento della produttività con inserimenti mirati di professionisti fidati, inseriti nel contesto del territorio, e l’abbinamento di altri prodotti come i Prestiti Personali e Cessioni del V che possano favorire soprattutto la copertura delle svariate spese accessorie agli acquisti immobiliari.”

Riproduzione Riservata PLTV