PLTV continua nel suo impegno nella promozione della migliore informazione riguardo le opportunità e le sfide che il mercato del credito può offrire in Italia.

La Lombardia è l’ottava regione che PLTV ha voluto analizzare, grazie anche alla collaborazione di alcuni operatori del credito che hanno sede in questa regione e che hanno accettato di fornire indicazioni sui loro progetti e strategie nella Cessione del V e nei finanziamenti retail, con la community di PLTV.

Cessione del V

gabriella-bastelli “La Lombardia si colloca nel 2015 al secondo posto nel ranking per regione del mercato della Cessione del V e, insieme a Sicilia, Campania e Lazio, rappresentando, in termini di volumi, il 48,8% del comparto (Dati Assofin)” dichiara Gabriella Bastelli (nella foto), amministratore delegato di Futuro,  “Futuro presidia in modo capillare questo territorio, con più di 350 agenti e collaboratori, esprimendo numeri molto interessanti soprattutto sul target dei dipendenti privati .

Inoltre, il recente accordo di partnership, siglato con un’importante realtà bancaria lombarda con oltre 330 filiali, ha ulteriormente rafforzato il segmento di business che Futuro sta sviluppando in modo significativo in questi ultimi anni. Questa opportunità nasce dalla sinergia tra i nostri partner bancari  e la nostra  rete agenziale monomandataria , a marchio Equilon , che, coordinata e monitorata  dalla direzione commerciale di Futuro,  soddisfa in modo professionale e responsabile  le richieste e le esigenze finanziarie  dei  clienti “.

Dall’ultimo bollettino di Banca d’Italia sulla regione Lombardia emerge che…

Nel 2015 le erogazioni di nuovi mutui per l’acquisto di abitazioni sono sensibilmente aumentate, rafforzando la dinamica espansiva iniziata già l’anno precedente. L’ammontare dei nuovi finanziamenti è stato di Euro 9,1 miliardi.

Una parte rilevante dell’incremento è però attribuibile a surroghe e sostituzioni di prestiti in essere. La crescita delle surroghe e delle sostituzioni è stata stimolata anche dalla riduzione dei tassi applicati, favorita dal tenore espansivo della politica monetaria.

In base all’indagine SILC condotta nel 2014, che permette di analizzare alcune caratteristiche del debito delle famiglie su base regionale, il 31,1% delle famiglie lombarde era indebitata, una quota in crescita rispetto alla precedente rilevazione (29,1% nel 2013) e significativamente più elevata rispetto alla media nazionale (25,2%).

Alcuni operatori nel Credito Retail dicono che…

 

Francesco De'LorenziFrancesco De’ Lorenzi (nella foto), presidente di Quick Mutui, società di mediazione creditizia il cui core business mutui è particolarmente radicato nell’area di Milano, conferma l’andamento positivo registrato per le domande di finanziamenti ipotecari destinati all’acquisto di prime case.

“La regione Lombardia rappresenta il focus del nostro business per il prodotto Mutuo, i clienti rispondono agli stimoli dettati dai cambiamenti del mercato del credito e riconoscono i vantaggi derivanti da tassi d’interesse vantaggiosi e da prezzi degli immobili ancora sotto gli standard pre-crisi. Quick mutui ha potuto contare su numerose partnership commerciali strette negli anni con istituti di credito nazionali e locali, recependo i cambiamenti del mercato in maniera proattiva e positiva.

La società, specializzata nella gestione delle pratiche di mutuo, può contare su un back-office mutui centralizzato nella sede di Milano che, coordina ed analizza pratiche provenienti da tutto il territorio nazionale. Nonostante gl’importanti risultati conseguiti dalla società nel primo semestre del 2016, le domande di finanziamento risultano caratterizzate dalla richiesta d’importi più bassi e da una durata minore.

Visti i risultati raggiunti nell’ultimo semestre, e l’andamento del mercato del credito, ci aspettiamo una conferma della crescita registrata in questi mesi nel corso di tutto il biennio 2016-2018. Quick mutui sta infatti investendo risorse nell’ampliamento della propria rete di vendita con l’obiettivo di allargare il proprio portfolio di prodotti per essere in grado di soddisfare a 360° le esigenze di una clientela variegata.”

gallo-stampinoGian Paolo Gallo Stampino (nella foto), direttore commerciale di Altachiara Italia, conferma che la regione Lombardia, da sempre area di riferimento e sede storica della società, è in netta crescita di raccolta ed erogazione di mutui. “Stiamo registrando nel primo semestre 2016, con oltre 350 richieste di finanziamento delle quali 210 erogate, un incremento rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, del 36%.

Gli attuali 18 collaboratori Altachiara Italia, attivi nel mercato della Lombardia, utilizzano tutti gli Istituti in convenzione con la società ed in particolare modo il Gruppo Cariparma, Che Banca e, da poco entrata, la CR Asti. Importanti piani di sviluppo porteranno a breve ad ampliare la presenza nelle città e relative provincie di Milano, Brescia e Varese.”

Andrea-NegriSecondo Andrea Negri(nella foto), amministratore di Mutui Sì, società di mediazione creditizia con sede a Milano, e ben radicata nel proprio territorio, la Lombardia è un mercato che offre opportunità a chi sta lavorando con una buona offerta di qualità per i clienti.

“Mutui Sì si è specializzata sulle giovani coppie e sui mutui prima casa, afferma Negri, un segmento che sta crescendo molto nella regione e per cui abbiamo intermedia oltre Euro 40 milioni di mutui prima casa in soli sei mesi. L’obiettivo è di specializzarci sempre più in questo target clienti e di raggiungere Euro 75-80 milioni di mutui intermediati entro fine anno”.

giorgio-Verderio“Dopo un 2015 chiuso con una crescita del 25% rispetto all’anno precedente,” – dichiara Giorgio Verderio (nella foto), direttore commerciale MF141 –“anche il 2016, in Lombardia, e nello specifico nelle 5 province di Bergamo, Milano, Lodi, Cremona e Brescia, dove siamo presenti con le nostre 3 Agenzie e 20 Collaboratori, possiamo affermare che l’anno in corso si presenta con la riconferma di un aumento produttivo (al 30 giugno segnaliamo un 20% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

In particolare si evidenzia un aumento consistente di mutui finalizzati all’acquisto di ‘Nuove abitazioni residenziali’ (+ 23% rispetto al 2015 e dove i mutui erano destinati soprattutto all’acquisto di immobili ‘usati’) con particolare ‘predilezione’ al Prodotto a Tasso Fisso per una durata di 25 Anni.

Anche nel comparto Aziende, dove siamo presenti con il brand PMI&Corporate, rileviamo un aumento produttivo (al 30 giugno segnaliamo un 18,6% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) nella concessione di finanziamenti alle piccole e medie imprese, soprattutto in termini di leasing.”

Riproduzione Riservata PLTV