logo_intesa_sanpaoloIl Gruppo Intesa Sanpaolo nel primo trimestre del 2016 ha registrato un significativo miglioramento della redditività̀ rispetto al quarto trimestre 2015, nonostante gli accentuati riflessi negativi della volatilità̀ dei mercati finanziari che ha contraddistinto i mesi di gennaio e febbraio, confermando la solidità̀ dello stato patrimoniale:

Solido utile netto: Euro 806 milioni di euro nel primo trimestre 2016 (rispetto ai 13 milioni del quarto trimestre 2015 e a Euro 1.064 milioni del primo trimestre 2015).

L’utile netto è già superiore al 50% di Euro 3 miliardi di dividendi indicati per l’esercizio 2016, se si considera anche la plusvalenza netta di circa Euro 895 milioni derivante dalla cessione di Setefi e Intesa Sanpaolo Card, il cui contratto di compravendita è stato firmato nei giorni scorsi.

Fra le novità:

Supporto all’economia reale: circa Euro 12 miliardi di nuovo credito a medio-lungo termine nel primo trimestre 2016, con circa Euro 10 miliardi in Italia, in crescita del 34% rispetto al primo trimestre 2015, di cui circa Euro 9 miliardi erogati a famiglie e piccole e medie imprese, in aumento del 42% rispetto al primo trimestre 2015.

Semplificazione del presidio territoriale: 37 filiali chiuse dall’inizio del 2016 e 602 dal 2014.

Gestione dinamica del credito e dei rischi:

  • filiera dedicata alla gestione proattiva del credito pienamente operativa;
  • operativa la gestione integrata dei crediti incagliati;
  • riorganizzazione dell’Area di Governo Chief Lending Officer, strutturata per business units;
  • separazione tra Risk Management e Compliance, con due responsabili (Chief Risk
  • Officer e Chief Compliance Officer) che riportano direttamente al CEO.

Banca a 360° per le imprese:

  • costituita un’unità dedicata al Transaction Banking per il Gruppo e avviate nuove iniziative commerciali;
  • nuovo modello commerciale e nuova offerta di prodotti per le imprese;
  • pienamente operativo il Polo della Finanza di Impresa (nuovo Mediocredito Italiano).

Banca Multicanale:

  • nuovi processi multicanale lanciati con successo:
  • clienti multicanale aumentati di circa 1,1 milioni da inizio 2014 a circa 5,5 milioni;
  • 3,3 milioni di App scaricate su dispositivi mobile;
  • la prima banca multicanale in Italia, con circa l’ 80% dei prodotti disponibili   tramite la piattaforma multicanale;
  • digitalizzazione attiva in tutte le filiali: circa il 60% delle operazioni totali   dematerializzato a fine marzo 2016;
  • “Filiale Online” pienamente operativa per il “Servizio Commerciale”, con circa 7.000 prodotti venduti nei primi mesi del 2016;
  • nuove competenze di marketing digitale per cogliere pienamente le opportunità derivanti da motori di ricerca e presenza sui social media.

Fonte: estratto relazione trimestrale