I risultati del primo trimestre 2018 sono pienamente in linea con l’obiettivo di un utile netto 2018 superiore ai 3,8 miliardi di euro del 2017 e di un dimezzamento dei crediti deteriorati previsto nel Piano di Impresa 2018-2021, tenendo conto dell’accordo strategico riguardante i crediti deteriorati firmato con Intrum lo scorso aprile: utile netto a 1.252 milioni di euro, rispetto a 1.428 milioni di euro nel quarto trimestre 2017 e a 901 milioni del primo trimestre 2017.

Sommando all’utile netto del primo trimestre 2018 la plusvalenza netta di circa 400 milioni di euro derivante dalla partnership con Intrum da contabilizzare entro l’anno, i circa 1.650 milioni risultanti corrispondono a circa il 43% dei 3,8 miliardi di utile netto del 2017.

Supporto all’economia reale

Circa 15 miliardi di euro di nuovo credito a medio-lungo termine nel primo trimestre del 2018 (contro circa Euro 20 miliardi dello stesso periodo 2017), con circa 12,5 miliardi in Italia (in linea con 1° trimestre 2017), di cui circa 11 miliardi erogati a famiglie e piccole e medie imprese (in linea con 1° trimestre 2017); circa 3.600 aziende italiane riportate in bonis da posizioni di credito deteriorato nel primo trimestre 2018 (erano state riportate 5.000 nel 1° 2017) e circa 77.000 dal 2014.