L’assemblea dei soci di Spefin Finanziaria S.p.A., società specializzata nell’erogazione diretta di finanziamenti a personale dipendente e pensionati, mediante cessione del quinto e del Trattamento di Fine Servizio/Rapporto, e nell’acquisto di crediti performing – specialty finance, ammessa al programma Elite di Borsa Italiana, ha approvato il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018.

Principali Dati 2018 

Il bilancio 2018 chiude con un utile pari a € 0,2 milioni e con una sensibile crescita del margine di intermediazione che aumenta a Euro 1,3 milioni, attestandosi a € 4,8 milioni contro € 3,5 milioni.

Tale incremento è stato realizzato per effetto delle migliori condizioni di funding conseguite dalla Società e delle strategie adottate dalla stessa, con particolare riferimento al canale di distribuzione diretto.

La Produzione

In linea con la strategia di crescita societaria, Spefin Finanziaria ha registrato, nel 2018, un notevole incremento della produzione liquidata a terzi rispetto al pari periodo del precedente esercizio, attestandosi a circa € 115 milioni contro € 92 milioni del 2017.

Analizzando i dati relativi alla produzione, inoltre, si evidenzia, in linea con i piani di sviluppo, l’importante crescita di quella diretta, pari all’84% del totale, rispetto al residuale 16% rinveniente da cartolarizzazione di crediti terzi.

Nel corso del 2018 sono stati liquidati 4.023 contratti di finanziamento, in sostanziale aumento rispetto al numero dei contratti dell’anno precedente, pari a 3.503, di cui il 49% è rappresentato da finanziamenti verso i pensionati, il 41% nei confronti di dipendenti pubblici e statali e il 10% ha riguardato il comparto privato.

Il commento di Emilio Mauro, amministratore delegato:

I dati economici confermano come il 2018 sia stato un anno particolarmente significativo e importante per la Società, non solo dal punto di vista dei numeri, che ancora una volta hanno rappresentato  un risultato soddisfacente, in linea con il budget della Società e con un incremento del 20% rispetto all’anno precedente, ma ha visto un ampliamento dell’organizzazione interna, implementando il proprio management con figure di elevato standing, l’introduzione di un nuovo prodotto come il TFS, nuovi canali di business e continuando comunque a valorizzare ed estendere la propria rete commerciale con la prima apertura dell’Agenzia Distretto in Puglia. Altro aspetto di rilievo del 2018 è stato il completamento dei due prodotti, Cessione del quinto e TFS, ora completamente anche paperless con le applicazioni MY Quinto e MY TFS.

La Società ha altresì terminato il processo di adeguamento agli orientamenti e buone prassi emanate da Banca d’Italia nel marzo 2018. I risultati conseguiti e il costante trend di crescita confermano la lungimiranza delle scelte strategiche e di business adottate, che si fondano sui pilastri dell’evoluzione tecnologica, della ricerca di soluzioni innovative per il settore e del cliente in particolare, a cui sono dedicati prodotti trasparenti per una scelta consapevole di accesso al credito”.

Guarda la video intervista a Carlo Cerilli, head of legal department and corporate affairs di Spefin.