BL Banca, leader in Italia per i finanziamenti tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione con una quota di mercato del 15%, ha aperto la sua prima filiale in Abruzzo a Pescara, in Corso Vittorio Emanuele II, 60.

Con la nuova sede pescarese, il numero totale delle filiali di IBL Banca in Italia sale a 54. Il consolidamento della presenza a livello nazionale è rafforzato anche da una capillare rete indiretta di partner che comprendono network bancari, mediatori creditizi, intermediari finanziari e agenti.

L’apertura di Pescara risponde all’esigenza di un presidio diretto in un’area geografica in cui IBL Banca ha registrato nell’ultimo biennio un trend in crescita della domanda di prestiti contro cessione del quinto.

La filiale si trova in posizione strategica e centrale, in un’area di grande passaggio. L’ampia sede di Corso Vittorio Emanuele II, 60 si sviluppa su oltre 200 mq, su due piani, di cui uno si affaccia su strada. In questo modo, IBL Banca acquisisce un nuovo punto di contatto e di dialogo con la comunità cittadina.

I clienti potranno rivolgersi alla filiale per ricevere assistenza diretta da parte del personale specializzato della banca sulla gamma di prodotti disponibili, che si rivolgono al target famiglie, in particolare lavoratori dipendenti e pensionati: prestito con cessione del quinto dello stipendio e della pensione, prestiti personali, anticipo Tfs, mutui, conti deposito, carte, assicurazioni.

“Il rafforzamento in Abruzzo, dove già siamo attivi con la nostra rete di agenti, risponde all’esigenza di un ulteriore presidio diretto in un’area geografica in cui, negli ultimi anni, è cresciuta la richiesta di prestiti contro cessione del quinto. Nello scorso anno la regione ha visto una razionalizzazione della presenza diretta dei grandi gruppi bancari, mentre a livello generale redditi e consumi delle famiglie abruzzesi sono stati stimati in contenuto aumento. La scelta di aprire una filiale a Pescara vuole essere un segno di vicinanza al territorio e di fiducia nell’economia della regione”, ha spiegato Mario Giordano, AD di IBL Banca.