Pur in un contesto generale negativo, il 2014 per Confartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest si è chiuso con dati soddisfacenti, grazie alla tenuta dei crediti garantiti ed erogati attraverso le banche convenzionate ed alla luce dell’accrescimento degli accantonamenti.
Le garanzie erogate in corso d’anno (nel 2014 pari a circa Euro 62 milioni equivalenti a oltre Euro 125 milioni di finanziamenti ed affidamenti garantiti) registrano, malgrado la stretta creditizia operata dal sistema bancario, una sostanziale tenuta dell’erogato in linea con il risultato del 2013.
Si evidenziano talune peculiarità dei nostri canali distributivi (canale diretto ed associativo, canale mediatori) ed alcune disomogeneità all’interno degli stessi.

Positivo è il risultato conseguito attraverso gli uffici territoriali del Confidi. Qui si registra un incremento complessivo pari al 13%, passando da Euro 47 milioni del 2013 a quasi Euro 53 milioni del 2014.

Significativamente in crescita sono la filiale di Torino-Cuneo (comprendente anche l’operatività della Sede centrale), gli uffici di Novara-Vco, Biella, Alessandria e l’attività avviata in Lombardia.

Risultano in flessione le zone di Asti, Vercelli e la Liguria, mentre il canale associativo costituito dalle pratiche segnalate dai Referenti Credito di Confartigianato ha realizzato un erogato di oltre Euro 3 milioni.

Risultati derivanti dalle partnership con le società di mediazione creditizia.
Si è registrata nel 2014 una buona operatività, per un ammontare di finanziamenti erogati e garantiti pari a oltre Euro 6 milioni.

“A questi dati – spiega il Vice Direttore, Direttore Crediti Riccardo Giorcelli si aggiunge il positivo riscontro di aver raggiunto l’obiettivo definito con la Regione Piemonte a fronte dello stanziamento di circa Euro 3 milioni per il nostro Confidi su un totale di circa Euro 30 milioni stanziati per tutti i Confidi operanti nella Regione Piemonte.”