Il consiglio di amministrazione di Gruppo MutuiOnline S.p.A. ha approvato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2018 ed il progetto di bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2018. Tali documenti sono ancora soggetti a revisione da parte di EY S.p.A..

I ricavi consolidati per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 risultano pari ad Euro 185,1 milioni, in aumento del 21,2% rispetto agli Euro 152,8 milioni dell’anno precedente. Tale aumento è riconducibile alla crescita sia della Divisione Broking, che registra nell’esercizio ricavi in aumento del 17,6%, passando da Euro 67,2 milioni nell’esercizio 2017 ad Euro 79,1 milioni nell’esercizio 2018, sia della Divisione BPO, che registra ricavi in aumento del 23,9%, passando da Euro 85,6 milioni nell’esercizio 2017 ad Euro 106.0 milioni nell’esercizio 2018.

Divisione Broking – Andamento della gestione ed Evoluzione prevedibile

La Divisione Broking ha riportato nell’esercizio 2018 risultati in forte crescita grazie in particolare alla significativa accelerazione del Broking Mutui, in parte legata ad un’inattesa ripresa dei volumi di surroghe, ed alla crescita del Broking Assicurazioni, mentre le altre linee di business sono risultate in moderato calo.

Le prospettive per il 2019 sono di un andamento più incerto, caratterizzato da un possibile calo del Broking Mutui a seguito della normalizzazione dei volumi di surroghe, a fronte di una possibile crescita delle altre linee di business, pur a velocità differenti.

Broking Mutui

Nel corso del 2018 sono stati intermediati volumi di mutui in significativo aumento rispetto all’esercizio precedente, grazie sia alla crescita dei volumi di mutui di acquisto che ad un’inattesa ripresa dei volumi di surroghe, in un contesto di potenziale incertezza sull’evoluzione dei tassi di interesse. La quota di mercato della Divisione Broking sui volumi totali del mercato mutui, in termini di flussi lordi originati, è verosimilmente ulteriormente aumentata nel 2018 rispetto all’anno precedente.

Per il primo trimestre del 2019, è ancora ipotizzabile un aumento anno su anno dei volumi di mutui intermediati, anche alla luce della relativa debolezza del primo trimestre del 2018. Per la parte successiva dell’esercizio 2019, è ragionevole ipotizzare una lieve crescita dei volumi di mutui acquisto, legata ad una ripresa delle compravendite immobiliari, ed un importante calo dei volumi di surroghe, con un risultato netto di segno negativo rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente.

Broking Prestiti

I ricavi del Broking Prestiti sono in calo nel corso del 2018 rispetto all’esercizio precedente, mentre il risultato operativo è in aumento, a seguito di una razionalizzazione della spesa di marketing online.

Per l’esercizio 2019 è possibile ipotizzare risultati stabili o in lieve miglioramento, in un contesto di mercato stabile.

Broking Assicurazioni

Nell’esercizio 2018 i risultati del Broking Assicurazioni sono in crescita, con un’accelerazione nella seconda metà dell’anno, in un contesto di mercato caratterizzato da una progressiva stabilizzazione dei premi medi dopo anni di calo.

Per l’esercizio 2019 è ragionevole ipotizzare una prosecuzione della crescita osservata nell’esercizio precedente, in quanto il mercato assicurativo RC Auto, pur ricorrendone i presupposti, non mostra ancora evidenti dinamiche di aumento dei premi medi.