Max Becheroni AD ProFamily
Max Becheroni, amministratore delegato ProFamily

ProFamily, società di credito al consumo del Gruppo BPM, guidata da Massimiliano Becheroni, ha chiuso il 1° trimestre con un utile netto di Euro 2,7 milioni rispetto ai circa Euro 900 mila dello stesso periodo dell’anno precedente; la Società continua a perseguire il rilancio commerciale, orientandosi al raggiungimento di obiettivi di qualità.

Il margine d’intermediazione ha registrato un incremento del 28% rispetto al 31 marzo 2015, grazie ad un margine di interesse di Euro 9,5 milioni e ad uno sbilancio commissionale di Euro 900 mila.

Complessivamente ProFamily ha finalizzato nel trimestre l’erogazione di 16.627 operazioni di finanziamento per un volume totale di Euro 114,8 milioni, segnando un miglioramento del 30% rispetto al primo trimestre 2015.

L’attenta valutazione del credito in fase di analisi della pratica e l’attività della struttura dedicata al recupero dei crediti hanno permesso il contenimento delle insolvenze ed il raggiungimento di una significativa qualità di portafoglio; il costo del credito a marzo 2016 (misurato come costo delle svalutazioni annualizzato rapportato all’outstanding) ammonta a 0,6%, migliorando i già buoni ratio qualitativi raggiunti nel precedente esercizio per effetto dell’attenta selezione della rete distributiva, del rigoroso processo di convenzionamento e dei collaudati criteri di valutazione del merito creditizio.

Oltre agli ottimi risultati ottenuti nell’ultimo anno, ProFamily sta proseguendo la sua strategia di espansione territoriale in tutta Italia, raggiungendo quota 36 sportelli rispetto ai 27 dello scorso anno.

Dopo le aperture effettuate nel 2015, la Società ha inaugurato ben sette agenzie: Ferrara, Bologna, Roma, Pescara, Prato, Bari e Verona.

Le inaugurazioni proseguiranno anche nei prossimi mesi, nelle filiali di Firenze, La Spezia, Civitavecchia, Roma e Imola.