Max Becheroni AD ProFamily
Max Becheroni
AD ProFamily

ProFamily, società di credito al consumo del Gruppo BPM continua la sua politica di espansione in Italia centrale. Dopo aver aperto il suo secondo punto vendita a Bologna, nelle ultime settimane ha infatti inaugurato ben tre nuove sedi: rispettivamente a Ferrara, Roma e Pescara. Se nei casi delle città emiliana ed abruzzese si tratta della prima filiale in assoluto, è da ricordare che nella capitale questo è già il terzo ufficio aperto. In tutte e tre le occasioni la cerimonia di apertura è stata presenziata da Massimiliano Becheroni, Amministratore Delegato della Società e Fabio Peluso, Direttore Commerciale.pltv_1x1_peluso
All’interno di tutti i nuovi punti vendita sarà possibile accedere a un’ampia gamma di prodotti: prestiti personali, finalizzati, cessione del quinto e mutui, con soluzioni su misura. Ogni cliente sarà guidato verso una scelta di finanziamento consapevole e quindi supportata da un’attenta valutazione delle capacità di rimborso, attuale e prospettica.
Secondo le rilevazioni statistiche condotte da Crif (società specializzata nei sistemi d’informazioni creditizie sull’andamento del credito al consumo in Italia), a livello nazionale, a fronte di circa 140 miliardi di Euro corrispondenti a 13,5 milioni di pratiche in essere, Lazio, Emilia-Romagna ed Abruzzo si collocano rispettivamente come 2^, 7^ e 13^ regione per rischio in essere (in termini di erogato), rappresentando complessivamente circa il 20,2% dello stock nazionale.
I prestiti erogati nel 2015 sono stati pari a circa 40 miliardi di euro, per un totale di 5,7
milioni di pratiche. In questo caso il Lazio si posiziona al 2^ posto della classifica nazionale con circa 615mila pratiche (con un’incidenza di circa il 10,9%) e con 4,1 miliardi di erogato (con un’incidenza del 10,4%). I prestiti erogati nel 2015 sono stati pari a circa Euro 40 miliardi, per un totale di 5,7 milioni di pratiche. L’Emilia Romagna si posiziona al 4° posto in termini di erogato
(con Euro 3,2 miliardi e con un’incidenza dell’8%) e al 7°posto per numero di pratiche (con 395 mila pratiche e con un’incidenza del 7%). Da ultimo l’Abruzzo si posiziona al 14^ posto della classifica nazionale con oltre 130mila pratiche (con un’incidenza del 2,3%) e con oltre Euro 862 milioni di erogato (con un’incidenza del 2,2%). Sempre in termini di erogato le provincie più attive nelle tre regioni risultano essere Roma per il Lazio, Bologna per l’Emilia Romagna, Chieti e Pescara per l’Abruzzo.
Altro dato interessante risulta essere l’indice affidati, corrispondente al numero di individui affidati con un finanziamento in essere in rapporto al numero di abitanti: la media nazionale è pari al 24,8%. Nel Lazio è pari al 26,5% (a Roma è del 26,4%), in Abruzzo è pari al 25,6% ( a Pescara è del 27,1%), infine in Emilia Romagna è pari al 23,7%, (a Bologna è di poco superiore al 24%).
Guardando, infine, alla ripartizione tra prestiti finalizzati e prestiti personali nelle tre regioni, a dicembre 2015 risulta essere:
• in Lazio il 40,3%(pari a Euro 1,7miliardi) e il 59,7% dell’erogato (circa Euro 2,5 miliardi),
• in Emilia Romagna il 35,9%(pari a 1,1 miliardi di euro), e il 64,1% dell’erogato (Euro 2 miliardi),
• in Abruzzo il 39,8 (pari a oltre Euro 343 milioni) e il 60,2% dell’erogato (Euro 519 milioni).
Se si rapportano questi dati alla media nazionale, che si attesta a 39,6% per i finalizzati e 60,4% per i personali, si evince che Lazio ed Abruzzo si mantengono nella media; mentre invece l’Emilia Romagna si colloca al di sopra.