A seguito dell’approvazione del Bilancio 2015 del Gruppo MutuiOnline, Ivan Pini, Responsabile di Money360, Rete di Mediazione del gruppo, commenta i risultati raggiunti dal suo network nell’ultimo esercizio.

Ivan Pinii Money 360
Ivan Pini – Responsabile Money 360

Come tutte le altre Società del Gruppo MutuiOnline, che ha approvato con eccellenti risultati il Bilancio 2015, abbiamo registrato una crescita molto importante nel 2015 – dichiara Pini. I volumi intermediati sono aumentati di oltre il 60% anno su anno. Il risultato è per noi particolarmente significativo considerando un’attività di recruiting molto attenta con una crescita della rete di collaboratori conseguentemente contenuta.

Progetti 2016 fra ampliamento della gamma prodotti, ottimizzazione dei processi e sviluppo della rete in aree selezionate

Per il 2016 Money360 ha in cantiere molteplici progetti da realizzare. Abbiamo avviato nuove partnership bancarie ed assicurative con Unicredit, Hello Bank (banca digitale del Gruppo BNL) e Afi-Esca (Compagnia assicurativa leader in Francia e Italia nella Creditor Protection).

Stiamo ampliando le opportunità di business per i nostri collaboratori attraverso la differenziazione dei prodotti disponibili e, inoltre stiamo lavorando per garantire una diversificazione dei processi e un’ottimizzazione della tecnologia disponibile al fine di semplificare e velocizzare il lavoro quotidiano di tutta la struttura.

Porremo particolare attenzione anche allo sviluppo della nostra rete in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana dove organizzeremo degli incontri con i professionisti della mediazione creditizia per presentare loro la Società e illustrare gli aspetti che più la contraddistinguono:

  • la solidità del Gruppo MutuiOnline (leader in Italia nelle mediazione creditizia), di cui Money360 fa parte, che consenta una progettualità di lungo periodo; 
  • un modello di business a lungo termine e prodotti (alcuni in esclusiva nazionale) che permettono di instaurare un rapporto duraturo con il cliente; 
  • la trasparenza e il riconoscimento dell’importanza del singolo all’interno del progetto, con organigramma molto piatto e la possibilità di aver un contatto diretto con la direzione e con il back office; 
  • le commissioni competitive, ma senza oneri a carico della clientela finale; 
  • l’ampia autonomia operativa e territoriale.

Si tratta di aspetti possibili unicamente in una rete di dimensioni contenute, ma all’interno di una realtà grande e solida.

“Altro obiettivo per quest’anno è lo sviluppo della rete di collaboratori per il quale abbiamo avviato delle attività di recruiting fino alla fine del 2016. Sarà necessario non intaccare i principi fondamentali in cui crediamo e nei quali si riconoscono i nostri collaboratori: la crescita non potrà avvenire sacrificando il percorso svolto sino ad oggi ed ignorando le ragioni per le quali tanti ci hanno già scelto; crediamo totalmente nell’importanza del riconoscersi in un progetto condiviso”- conclude Pini.

Andrea Pennato - Amministratore Delegato - Money 360Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti fino ad oggi e per il futuro puntiamo a crescere e accreditarci come una realtà aziendale giovane e dinamica nella quale i professionisti del settore possano trovare il loro spazio, e contemporaneamente crescere e realizzarsi” – aggiunge Andrea Pennato, Amministratore Delegato di Money360.

© riproduzione riservata PLTV