BNL ha continuato ad adattare nel primo semestre 2015 il proprio modello, in un contesto economico più favorevole.

Gli impieghi registrano una flessione dell’1,0% rispetto al secondo trimestre 2014, per effetto del riposizionamento selettivo in corso verso imprese e small business con migliori prospettive e nonostante l’incremento degli impieghi a privati.

Per l’insieme del primo semestre, il margine di intermediazione è in calo del 2,3% rispetto al primo semestre 2014- Il margine di interesse diminuisce del 4,9% a causa del riposizionamento verso la clientela imprese con migliori prospettive e del contesto caratterizzato da tassi bassi. Le commissioni aumentano del 3,3% grazie all’ottima progressione della raccolta indiretta.

Dopo l’attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), BNL bc genera un utile ante imposte pari a Euro 40 milioni, in aumento di Euro 39 milioni rispetto al primo semestre 2014.