In un contesto economico in progressivo miglioramento, gli impieghi sull’insieme del 2015 registrano un leggero calo rispetto al 2014 (-0,6%) a seguito dell’impatto del riposizionamento selettivo verso imprese e small business, ormai quasi completato. Tanto che nel 4° trimestre 2015, la crescita dei finanziamenti corporate tocca +2,5% rispetto al 4° 2014.

Il risultato lordo di gestione si attesta a Euro 1.261 milioni, con una flessione del 13,0% rispetto all’anno precedente.

Il rapporto di cost/income3 si attesta al 59,6%. Il costo del rischio, a livelli sempre elevati con 161 punti base in rapporto agli impieghi a clientela, è tuttavia in calo (Euro -150 milioni rispetto al 2014) con un progressivo miglioramento della qualità del portafoglio crediti, come testimoniato dalla forte riduzione dei nuovi flussi di crediti deteriorati.

Di conseguenza, dopo l’attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), BNL genera una perdita ante imposte pari a Euro -28 milioni (era invece in utile e pari a Euro 23 milioni nel 2014).

Al netto dell’impatto degli elementi non ricorrenti, l’utile ante imposte si attesta a Euro 57 milioni, con un incremento significativo rispetto all’anno scorso, grazie al calo del costo del rischio.

Fonte: BNP Paribas investor relations