Banca dell’Adriatico (gruppo Intesa San Paolo) continua a scommettere sulla crescita delle imprese marchigiane e, dopo aver completamente utilizzato gli Euro 450 milioni stanziati nel 2015, mette a disposizione ulteriori Euro 300 milioni per finanziare progetti di sviluppo, migliorare l’assetto creditizio e sostenere la liquidità aziendale di tutte le imprese della regione.

Queste le caratteristiche dell’iniziativa Crescere nelle Marche con le imprese –Fase 2 messa a punto dalla banca e presentata oggi a Jesi da Roberto Dal Mas, direttore generale di Banca dell’Adriatico, a Fabrizio Costa, capo di gabinetto della presidenza della Regione Marche e ai vertici delle principali associazioni di categoria fra cui Bruno Bucciarelli, presidente di Confindustria Marche, Gino Sabatini, presidente di CNA Marche, Sabina Cardinali, presidente di Fidimpresa Marche, e Cristiano Gianangeli, direttore della Società Regionale di Garanzia Marche.

Le particolari condizioni che hanno caratterizzato il 2015, con ampia liquidità, tassi contenuti, cambio favorevole per le esportazioni e costi energetici al livello più basso, non saranno tutte insieme replicabili nel 2016, per cui diventa indispensabile sostenere gli operatori economici con credito, servizi e innovazione.

Il programma messo a punto da Banca dell’Adriatico in questa seconda fase vedrà i gestori imprese della banca attivarsi presso le imprese del territorio per facilitarne l’accesso al credito, a partire dalle più piccole per dimensioni e fatturato.

E’ disponibile un nuovo plafond di Euro 300 milioni di finanziamenti per investimenti a medio lungo termine, per operazioni di riassetto del credito e per sostenere la liquidità circolante delle imprese.

Tutta l’iniziativa sarà supportata dalla collaborazione delle associazioni di categoria e il coinvolgimento dei Confidi marchigiani.

Una speciale opportunità è rappresentata dai nuovi Bandi a valere sui PSR Regionali 2014-2020 che nella sola Regione Marche vedono stanziati 518 milioni. Per sostenere il comparto agroalimentare Intesa Sanpaolo ha stanziato un plafond straordinario già presentato al Governo e al Ministero delle Politiche Agricole. Il plafond è a disposizione di Banca dell’Adriatico che sul comparto è fortemente impegnata, assicurando assistenza e fattibilità alle operazioni fin dalla fase progettuale.

“L’obiettivo è fornire alle imprese marchigiane il supporto finanziario ed operativo necessario per crescere. – dichiara il direttore generale della banca Roberto Dal Mas – Banca dell’Adriatico intende riconfermarsi punto di riferimento per le imprese della regione: le nostre filiali specializzate per le imprese costituiscono una rete attenta ed altamente qualificata a disposizione dello sviluppo del sistema produttivo regionale.”


La conferma di questa scelta di vicinanza e supporto al sistema sociale e produttivo delle Marche è rappresentata dalla crescita significativa dei finanziamenti concessi nel 2015 da Banca dell’Adriatico, con un incremento del 113,5% rispetto all’anno precedente, di cui +111,3% alle imprese, in controtendenza rispetto ad un mercato che fa registrare un -0,5% per i prestiti alle imprese nelle Marche ed un -1,3% per i prestiti alle imprese dell’Italia centrale, come rilevato dai dati Banca d’Italia al 30 settembre 2015.

“Banca dell’Adriatico – ha aggiunto Dal Mas – con questa seconda fase vuole consolidare il legame di relazioni con gli imprenditori e continuare a stimolare le piccole e medie imprese a sviluppare ed incrementare le attività commerciali legate all’internazionalizzazione e alla promozione del made in Italy.”

Fonte: comunicato stampa