catricala_oam
Antonio Catricalà, presidente OAM

Si dovranno attendere i regolamenti di attuazione del Ministero dell’Economia perché le nuove figure dei segnalatori e dei consulenti indipendenti, previste dalla direttiva sui mutui immobiliari, diventino operative.

Lo sottolinea l’OAM, Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi, specificando che, fino a quel momento l’attività di segnalazione, resta preclusa ai soggetti non iscritti agli elenchi.

Analogamente, per esercitare l’attività di consulente indipendente, occorrerà aspettare il regolamento del ministero dell’Economia con il quale verranno individuati requisiti, condizioni e incompatibilità della nuova figura, definendo anche accorgimenti per assicurare che il servizio di consulenza indipendente sia prestato in modo effettivamente indipendente e nell’interesse del consumatore. In ogni caso per i consulenti indipendenti verrà istituita una sezione speciale dell’elenco OAM dei mediatori creditizi.

L’OAM ricorda, in particolare, che sarà un regolamento dell’Economia a individuare le attività di segnalazione, relative ai contratti di credito immobiliare, che, se prestate a titolo accessorio, non costituiranno esercizio di agenzia in attività finanziaria né di mediazione creditizia.

La restante disciplina del D.Lgs. n. 72/2016, che ha recepito la direttiva, entrerà invece in vigore dal 1° luglio 2016, relativamente ai contratti di credito sottoscritti successivamente a quella data.

L’OAM attende inoltre ulteriori interventi di normativa nazionale, sia primaria che secondaria, sul c.d passaporto europeo, previsto dalla direttiva, ma non recepito dal D.Lgs, relativo al mutuo riconoscimento in ambito comunitario dell’attività delle reti.

Per leggere la comunicazione n° 10/16 che contiene i chiarimenti in merito all’entrata in vigore del decreto legislativo del 21 aprile 2016 n°72 cliccare qui