Anche nei primi nove mesi del 2019 il Gruppo Credem ha continuato a sviluppare il modello di banca assicurazione che si rivela particolarmente efficace nella gestione delle molteplici necessità della clientela .La raccolta assicurativa in crescita del 3,8% a/a a 7,3 miliardi di euro ed in particolare i premi legati a garanzie di protezione vita e danni sono pari a 46 milioni di euro e registrano un incremento del 17%.

Il Gruppo ha proseguito nel sostegno all’economia del Paese, con i prestiti in crescita del 5,2% a/a (rispetto al sistema che segna +0,9% nello stesso periodo) raggiungendo i 25,3 miliardi di euro.

I mutui casa alle famiglie, in particolare, registrano flussi erogati pari a 1.032 milioni di euro (+73,7% a/a).

Ad ottobre sono stati presentati gli obiettivi di AVVERA la nuova società (100% Credem) nata a maggio 2019 con offerta multiprodotto nell’ambito dei mutui, prestiti personali e cessione del quinto dello stipendio, che sarà il nuovo polo ad elevata specializzazione nel credito ai privati.

Entro fine 2022, 100 mila nuovi clienti ed una rete di 500 agenti e collaboratori. Dal 2022, 1,5 miliardi di euro annui tra nuovi mutui (450 milioni di euro) e finanziamenti di credito al consumo (oltre un miliardo di euro) portando a regime gli importanti investimenti effettuati nel triennio.

 

Nazzareno Gregori, direttore generale Credem ha dichiarato: “Benessere finanziario del cliente, innovazione e sostenibilità. Sono queste le tre direttrici su cui stiamo investendo per far evolvere il nostro modello di servizio con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per famiglie ed imprese nella gestione e nella protezione globale dei propri asset. L’innovazione è sicuramente un elemento chiave per competere nel mercato di oggi e dei prossimi anni e, in questo contesto, si inseriscono tutte le iniziative volte a diffondere tale cultura nel Gruppo. I positivi risultati che abbiamo approvato mostrano la validità del nostro modello di business sempre in continua e costante evoluzione grazie al contributo determinante di tutte le persone che operano nel Gruppo. Manterremo un forte focus sullo sviluppo della banca assicurazione, sui servizi alle imprese e sul wealth management con grande attenzione al rispetto di scrupolosi criteri di sostenibilità nel processo di investimento, nuovi fondi tematici e di private market e lo sviluppo del servizio di consulenza indipendente”.