Con l’obiettivo di favorire gli investimenti a impatto e rendere sempre più sostenibile l’offerta di “capitale paziente”, indirizzata verso l’ecosistema dell’imprenditoria sociale innovativa, è stato siglato  un Memorandum Of Understanding  tra Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore  – advisor e investitore, nato con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’impact investing in Italia – e Cooperfidi Italia – il confidi della cooperazione e dell’economia sociale. Il MoU tra le due istituzioni rappresenta un unicum nel settore dell’impact investing in Italia, gettando le basi per un’intesa volta a favorire le operazioni di investimento in equity a impatto sociale, ambientale, culturale proprie della Fondazione Social Venture GDA e per un plafond complessivo garantito pari a 5 milioni di euro.

Beneficiari dei nuovi investimenti saranno: le imprese sociali di cui al D.Lgs, 112/17, le cooperative sociali (circa 16.000 sul totale delle oltre 59.000 in Italia), le Startup innovative a vocazione sociale, come definite dalla legge 221/2012 (oltre 200 e con un trend di crescita del 20% circa tra 2017 e 2018), le società di capitali – anche in forma di cooperativa – caratterizzate da prevalente orientamento sociale e le Società Benefit, come introdotte dalla legge di stabilità 2016.

“La firma del MoU – spiega Giovanni Fosti, presidente di Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore – è frutto di un intento condiviso tra la nostra Fondazione e Cooperfidi Italia: quello di promuovere, tra i primi a livello europeo, un nuovo sistema di garanzie che consenta agli investitori di assumersi livelli più alti di rischio, per incentivare l’avvio del settore dell’impact investing – oltre l’Housing sociale – in Italia. Per andare in questa direzione, Fondazione Social Venture GDA – come strumento operativo del programma intersettoriale Cariplo Social Innovation – è consapevole della necessità di affiancare alla finanza a impatto strumenti di capacity building che rendano l’ecosistema dell’imprenditoria sociale e del Terzo Settore capace di recepire modelli di intervento innovativi e sostenibili”.

“L’intesa sottoscritta oggi – continua Mauro Frangi, presidente di Cooperfidi Italia – costituisce una innovazione importante per la finanza a impatto italiana. Vuole essere un contributo allo sviluppo dell’imprenditoria e dell’innovazione sociale del nostro Paese. La collaborazione tra Fondazione Social Venture e Cooperfidi consente, infatti, di accrescere il capitale paziente a disposizione dello sviluppo di nuovi progetti imprenditoriali e, nel contempo, di rendere tali investimenti maggiormente sostenibili. È un ulteriore passo avanti nella costruzione di una rete di operatori finanziari specializzati a supporto dell’economia sociale, settore che esprime una sempre più rilevante capacità di innovazione. Per un Consorzio di Garanzia Fidi sostenere con le proprie garanzie investimenti destinati alla capitalizzazione delle imprese rappresenta una rilevante innovazione e una sfida: quella di contribuire direttamente ad accorciare la distanza tra le imprese destinatarie della propria attività e i capitali necessari al loro consolidamento e sviluppo”.

Il Memorandum of Understanding si colloca in un più ampio ventaglio di intese e percorsi condivisi da Fondazione Social Venture GDA con il mondo delle Istituzioni, sia in ottica di impact investing che di open innovation, anche insieme a Cariplo Factory. In particolare, con il Gruppo Cooperativo CGM il : una grande rete di consorzi territoriali, costituita da oltre 800 cooperative e imprese sociali e distribuita lungo tutto il territorio nazionale.