Market trends

infograficaIl 2014 è stato sicuramente un buon anno per il settore della consulenza creditizia e in particolare per le società di mediazione creditizia, così è quanto emerge dall’ultimo report di business intelligence preparato da EMFgroup.

I volumi dei mutui intermediati sembrano essere “ritornati” a dei livelli soddisfacenti, inoltre anche i bilanci delle società sembrano essere più “in salute” rispetto al passato.

Si valuta che nel 2014 le reti di consulenza creditizia abbiano intermediato circa Euro 3,5 mld di mutui, prevalentemente mutui acquisto (marginale è stata l’attività nell’ambito delle surroghe) con un tasso di crescita valutato intorno al 25% rispetto al 2013. Il mercato mutui retail è valutato aver chiuso il 2014 con volumi erogati vicini a Euro 25 mld (circa il 20% in più rispetto al 2013).

Un buon 2014 per la maggior parte delle reti più grandi, ma anche molte reti di piccole-medie dimensioni sono cresciute in modo considerevole, anche perché per tante il 2013 non era stato un grande anno.

Le banche sembrano aver cambiato atteggiamento verso le reti di consulenti creditizi, stanno investendo per rendere più di successo le partnership e per migliorare le procedure e l’efficienza di lavorazione e di erogazione delle pratiche.

Non solo, nel 2014, alcune banche hanno iniziato ad approcciare il mercato delle cosiddette reti terze per la prima volta.
Sempre più società di servizi stanno sviluppando offerte per il settore per cercare di renderlo più competitivo e per aiutarlo ad essere “eccellente” nei vari aspetti operativi che anche la legge 141 impone.

Un mercato in netta ripresa, in diversi aspetti e in diversi modi, che merita di essere costantemente monitorato.

fonte: EMFgroup