Recentemente il consiglio di amministrazione di Confartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest fa propria la definizione di uno specifico Addendum relativo alle convenzioni – contratti con Società di Mediazione Creditizia, vincolante per le nuove sottoscrizioni ed estensibile fin d’ora anche alle scritture in essere (allo scopo, il direttore generale, Gianmario Caramanna ha conferito specifico mandato al direttore crediti con verifica generale dell’attività svolta attraverso questo canale distributivo al 31 marzo 2015).

Secondo tale Addendum, ciascuna società di mediazione creditizia convenzionata si impegna, su base annua entro il 31 dicembre e con decorrenza dal corrente anno 2015, a garantire – “prevedendo anche una specifica penale simbolica di Euro 2 mila in caso di mancato raggiungimento di quanto pattuito – non meno di dieci pratiche con nostra garanzia effettivamente erogate in corso d’anno indipendentemente dai volumi complessivi delle stesse, oppure – in alternativa – un numero di pratiche tali da garantire complessivamente la somma di Euro 300 mila relativamente a quanto noi garantito ed effettivamente erogato”, così commenta Gianmario Caramanna.