Gravissime sono le conseguenze delle calamità naturali che in questi ultimi giorni hanno colpito la provincia di Genova e vaste aree della provincia di Alessandria.

Nel sostenere le richieste avanzate dai Presidenti delle Regioni Piemonte e Liguria, Chiamparino e Burlando, relativamente al riconoscimento dello stato di calamità a favore di tali aree e nel reclamare il superamento di quelle lungaggini burocratiche, manifestatesi sia a livello politico ma anche ad altri livelli istituzionali, non estranee ai recenti nefasti accadimenti, Confartigianato Fidi Piemonte e Nord s.c.p.a. ha immediatamente stanziato un plafond di Euro due milioni da destinare a garanzie a favore delle imprese artigiane e di tutte le piccole e medie imprese colpite dai fenomeni alluvionali.

Inoltre, si è stabilito che le pratiche di affidamento e/o finanziamento istruite a favore di tali aziende godranno di una riduzione del 50% del relativo costo di istruttoria: ciò significa che la nostra garanzia, in tale circostanza, godrà di una riduzione netta avente soglia minima dello 0,68% (nel caso di garanzia al 50%) che potrà salire fino ad oltre l’1,00% (con garanzia maggiore del 50%).

Beneficeranno del plafond e della riduzione del costo di istruttoria le p.m.i. socie – colpite dai fenomeni alluvionali – che attiveranno nuove linee di credito garantite dal nostro Confidi aventi sede nella provincia di Genova e nelle zone di Tortona, Novi Ligure e Gavi in provincia di Alessandria.

La verifica della condizione atta a poter fruire di tale agevolazione volta a sostenere la ripresa della attività produttiva e di servizio di tali imprese sarà svolta direttamente dalla nostra struttura territoriale e centrale, senza alcun burocraticismo, attraverso la Direzione Generale che all’uopo ha già conferito specifica delega operativa alla Direzione Crediti del nostro Confidi.