Il presidente ABI durante la sua relazione ha ricordato che dall’inizio del 2014 le Banche italiane sono ampiamente impegnate in nuovi aumenti di capitale che servono avere maggiori capacità di effettuare ulteriori prestiti e ovviamente anche per superare gli “esami” europei. Peraltro, già dall’inizio dell’anno i nuovi mutui sono cresciuti del 26%.

I contratti di Leasing sono in ripresa e le Banche operanti in Italia si stanno preparando ad applicare tempestivamente le nuove linee della BCE che entreranno in funzione da settembre.

In questi ultimi anni le Banche, hanno sostenuto tutte le imprese, hanno anche attivato in Italia ogni tipo di iniziativa per contrastare la crisi e hanno partecipato a molteplici accordi fra pubblico e privato: oltre 400mila piccole e medie imprese hanno usufruito delle moratorie per oltre Euro 20 miliardi di liquidità aggiuntiva, mentre oltre centomila famiglie in difficoltà hanno avuto sospensioni dei mutui.