UniCredit ha lanciato nei giorni scorsi Social Impact Banking, nuovo programma che ha l’obiettivo di promuovere attività con un impatto sociale positivo, sostenendo privati, microimprese e imprese sociali.

Social Impact Banking – dichiara UniCredit – si concentra sull’attivazione di nuove linee di credito, sulla condivisione del know-how finanziario e aziendale della banca con le comunità e sulla creazione di reti tra organizzazioni accomunate da obiettivi a positivo impatto sociale, come le associazioni di promozione sociale, quelle di categoria, le fondazioni e le istituzioni pubbliche. Social Impact Banking si svilupperà attraverso tre filoni di intervento, organizzati in un modello unico, per supportare la crescita e il benessere delle comunità nel medio-lungo termine, concentrandosi su microcredito, impact financing, educazione finanziaria e inclusione. In particolare nel settore del microcredito l’obiettivo di UniCredit è di contribuire a uno sviluppo più equo ed inclusivo della società, attraverso un percorso di sostegno finanziario per categorie con difficoltà di accesso al credito.”

L’accordo con Cofiter, Confidi con sede a Bologna, operativo su tutto il territorio dell’Emilia Romagna e con consolidata esperienza in materia di microcredito, consentirà di ottimizzare il processo di identificazione e valutazione dei progetti presentati dalle realtà imprenditoriali locali ritenute meritevoli.

© Riproduzione Riservata PLTV