Il primo Confidi ex 107 ad essere autorizzato da Banca d’Italia.

D’ora in avanti Cofidi Veneziano potrà svolgere tutte le attività di finanziamento nei confronti del pubblico previste dall’art. 106 del Testo Unico Bancario.

L’autorizzazione consente a Cofidi Veneziano di continuare la propria crescita nel mondo delle garanzie per il credito. In particolare i nuovi prodotti che verranno attivati permetteranno a Cofidi Veneziano di stare al fianco delle piccole e medie imprese con una maggior forza rispetto al passato, sostenendole negli investimenti e nello sviluppo aziendale.

Cofidi Veneziano è guidato dal direttore generale Mauro Vignandel insieme al vice direttore generale Mauro Anese.


Fonte: comunicato stampa