ViViBanca, banca specializzata nella Cessione del V, ha registrato nel primo semestre 2017 un aumento del 25% sullo stesso periodo 2016, conseguita, come sostiene il suo direttore generale Antonio Dominici (nella foto), sia grazie al potenziamento della rete, sia alla diversificazione dei canali di origination, grazie anche a nuovi accordi commerciali con istituti bancari come quello recentemente avviato con la Banca Popolare Valsabbina.

Principalmente, la crescita degli impieghi per finanziamenti alla clientela è da imputare a prestiti per CQS/CQP (Cessione del Quinto dello Stipendio / Cessione del Quinto della Pensione) ripartiti tra dipendenti privati (22%), pensionati (33%) e dipendenti pubblici (45%).

Tale crescita, in linea con la strategia della Banca, è accompagnata con l’avanzamento del processo di integrazione in ViViBanca S.p.A. dell’ex Credito Salernitano e il rafforzamento della propria presenza sul territorio attraverso “ViViBanca Network”, la rete agenziale in attività finanziaria del nuovo istituto, dove è stato avviato il rebranding dei punti di vendita in tutto il territorio nazionale. Tutte le agenzie disporranno quindi di ulteriori prodotti e servizi che andranno ad aggiungersi all’offerta classica di servizi e prodotti di finanziamento che comprendono la cessione del quinto dello stipendio e della pensione, le deleghe di pagamento e i prestiti personali.

Inserendosi in un piano di sviluppo del proprio business e nell’ottica di rafforzare ulteriormente il legame con i clienti, nei prossimi mesi sono previste nuove aperture ampliando così la presenza fisica della rete ViViBanca Network sul territorio. Si prevede, entro la fine dell’anno, di raggiungere l’obiettivo di 100 agenzie sul territorio nazionale.

© Riproduzione Riservata PLTV