Nuovi pensionati dello Stato Maggiore dell’Esercito potranno beneficiare del finanziamento per l’Anticipo del Trattamento di Fine Servizio alle condizioni riservate previste dalla convenzione definita in questi giorni tra lo Stato Maggiore dell’Esercito e Igea Banca.

Tommaso Di Chiara, District Manager di Igea Banca, ha illustrato le caratteristiche del prodotto in convenzione: “Il finanziamento, realizzato da Igea Banca per i nuovi pensionati, consente di ricevere in forma attualizzata fino al 95% dell’importo complessivo del TFS che per effetto della nuova normativa viene erogato in forma rateizzata pluriennale. Grazie alla formula innovativa, adottata dal nostro Istituto, i beneficiari di questa particolare forma di finanziamento non hanno obbligo di apertura conto corrente e, grazie alla cessione pro solvendo prevista, non dovranno pagare rate mensili poiché Igea Banca riceverà direttamente dall’Ente di previdenza le rate di TFS con cui provvederà a regolare le rate del finanziamento.”

Potranno usufruire del finanziamento TFS in convenzione anche coloro che andranno in pensione anticipatamente (per esempio con l’Anticipo Pensionistico) e che pertanto avranno una dilazione del TFS ancora più ampia.

“Lo Stato Maggiore dell’Esercito, – continua Di Chiara –  ci ha confermato che provvederà ad effettuare una capillare informazione sui contenuti della convenzione con Igea Banca al personale dipendente ed in pensione attraverso la pubblicazione nei canali informativi interni ed attraverso e-mail.
La convenzione con lo Stato Maggiore dell’Esercito,” ha concluso il Dott. Di Chiara ”dopo quella analoga con il Comando Generale dei Carabinieri, è un nuovo prestigioso riconoscimento a questo innovativo prodotto di finanziamento che risponde ad una nuova e reale esigenza sociale”.

Riproduzione Riservata PLTV – Fonte: comunicato stampa