Intesa SanPaolo comunica che, in seguito dell’autorizzazione rilasciata dalla Banca d’Italia ai sensi dell’art. 57 D. Lgs. n. 385/1993 – in data 20 dicembre 2016, è stato depositato presso il Registro delle Imprese di Torino, come previsto dall’art. 2501-ter c.c., il progetto di fusione per incorporazione di Accedo S.p.A. in Intesa Sanpaolo S.p.A..

La fusione sarà approvata dal Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo, fatta salva la possibilità, ai sensi dell’art. 2505 ultimo comma, c.c., per i soci di Intesa Sanpaolo, che rappresentino almeno il cinque per cento del capitale sociale, di chiedere – entro il 28 dicembre 2016 – che tale decisione sia adottata dall’Assemblea straordinaria a norma dell’art. 2502, comma 1, c.c..

La domanda dovrà essere indirizzata a Intesa Sanpaolo S.p.A., Servizio Adempimenti Societari, Rapporti con gli Azionisti e Processi Autorizzativi – Ufficio Soci, Corso Inghilterra n. 3, 10138 Torino, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno corredata dalla certificazione comprovante la titolarità delle azioni (anticipando la documentazione all’indirizzo e-mail ufficio.soci@intesasanpaolo.com).

La documentazione sulla fusione in oggetto è stata depositata in data 20 ottobre 2016 a disposizione del pubblico – ai sensi delle vigenti disposizioni – presso la Sede sociale nonché nel meccanismo di stoccaggio autorizzato eMarket Storage ed è consultabile sul sito group.intesasanpaolo.com.

Riproduzione Riservata PLTV – Fonte: comunicato stampa