Istituto Finanziario Europeo S.p.A., società finanziaria specializzata nella erogazione di prestiti contro Cessione del V dello stipendio e della pensione, il 15 marzo 2018 ha ottenuto, dalla Banca d’Italia, la formale autorizzazione all’esercizio dell’attività di concessione di finanziamenti nei confronti del pubblico, ai sensi degli art. 106 e ss. del Testo Unico Bancario.

Per IFE ora il cammino continua ancora con più forza nel rispetto e nella dedizione verso la clientela e la propria rete agenziale. IFE  vuole fortemente diversificare la propria offerta non solo nel retail, attraverso la distribuzione di prodotti come mutui – prestiti personali – leasing – TFS e prestito cambializzato,  ma vuole diventare protagonista anche nel mondo Corporate,  diventando nei prossimi anni il punto di riferimento come originator per le PMI rafforzando i rapporti con i propri provider”. Queste le parole di Carlo Alberto Mondini, amministratore delegato di Istituto Finanziario Europeo che sottolinea come il provvedimento di Banca d’Italia sia il riconoscimento del valore e dell’impegno di IFE, azienda giovane e dinamica che è riuscita ad entrare da protagonista nel mercato del credito, dimostrando trasparenza e chiarezza nel proseguimento del proprio esercizio e responsabilità verso tutte le categorie di stakeholder.

Recentemente IFE aveva anche reso noto la realizzazione un importante accordo di cessione pro soluto con Santander Consumer Bank. 

riproduzione riservata PLTV