Annunciata a Varsavia, durante la Convention (6-8 giugno 2015), la fusione fra Premia Finanziaria e Cofimar, due società finanziarie ex 106 specializzate nella cessione del V, che hanno deciso la via della aggregazione per continuare a crescere in un contesto di mercato diverso.

Come è noto agli esperti di questo settore, il mercato delle Finanziarie si sta sempre più consolidando e, a seguito della nuova Normativa, forse solo una decina di società avrà i requisiti per iscriversi al Nuovo Albo (su una ventina attuali che operano in modo indipendente), così almeno dicono in diversi, tanto che questa fusione potrebbe essere esempio per altri.

Il management intervenuto durante la Convention, rappresentato per Premia Finanziaria da Carmen Donato e Gaetano Nardo e per Cofimar da Giovanni Russo e da Antonio Giordano, ha condiviso il progetto di fusione davanti ad una platea di oltre 100 persone fra agenti e rappresentanti di società partners fra cui IBL Banca, Santander Consumer Bank, Futuro e Fides.

L’operazione di fusione darà vita ad una realtà che ad oggi ha una capacità di più di Euro  50 milioni di produzione di cessione del V, una presenza sul territorio italiano di 5 filiali e di oltre 60 agenti localizzati in ben 9 regioni Italiane, ma la maggior parte (circa 40) in Sicilia e Campania, regioni notoriamente “difficili”.

Il nuovo capitale sociale ha una dimensione pari a Euro 5 milioni.

Entrambe le società portano in questa fusione valore all’altra. Cofimar negli ultimi tempi si è rafforzata da un punto di vista organizzativo e strutturale, mentre Premia Finanziaria nell’ultimo anno, in particolare, ha spinto l’acceleratore per migliorare la propria forza commerciale.

Gaetano Nardo, amministratore Premia Finanziaria sottolinea il fatto che prima di tutto questa è una fusione fra delle persone e poi fra due società.

Antonio Giordano, amministratore delegato di Cofimar alla fine del suo intervento ha dichiarato che “abbiamo fatto l’Italia ora dobbiamo fare gli Italiani”.  Continua Carmen Donato, altro amministratore di Premia Finanziaria sostendendo che 

“la rete è al centro della strategia della nostra nuova realtà, faremo il possibile per fare sentire i nostri agenti al centro, la comunicazione fra di noi sarà fondamentale e in particolare quella fra agenti e back office ”.

Giovanni Russo, presidente Cofimar ha affermato durante il suo messaggio di benvenuto alla Convention che “da 25 anni persegue l’Onestà e la Corretta del servizio verso i propri Agenti. Anche nel nuovo mercato che si sta disegnando, questo sarà il modo di lavorare che caratterizzerà la nuova realtà”.

Nella agenda delle priorità della nuova realtà Cofimar-Premia Finanziaria ci sarà l’organizzazione della nuova struttura e l’iscrizione al Nuovo Albo e un importante progetto di erogazione.

Intervista a Gaetano Nardo, Amministratore Premia Finanziaria

Intervista ad Antonio Giordano, Amministratore Delegato Cofimar

Intervista a Carmen Donato, Amministratore Premia Finanziaria

Comments are closed.