EMFgroup monitora costantemente il trend di sviluppo della cessione del V, per fornire agli operatori il polso di quello che sta accadendo sul mercato. 

Da quanto “ascoltato”, nel primo semestre emerge il seguente…

Dopo un inizio d’anno un po’ lento, da aprile il trend di crescita del settore Cessione del V, è ritornato ad essere positivo, tanto che a fine giugno si registra un tasso di incremento intorno al 7% per poco meno di Euro 4 mld di erogato.

Si attendono almeno Euro 8 mld di volumi erogati per fine anno.

Il mercato è sicuramente complicato, la competizione sempre più alta, ma sono tanti gli operatori che possono ritenersi soddisfatti da questa prima parte dell’anno.

Il 2019 si sta caratterizzando per essere l’anno degli investimenti in questo settore e delle tante novità.

Ci sono state infatti diverse operazioni di acquisizione sia, ad esempio, da parte di enti eroganti che hanno comprato agenzie (ad esempio Sella Personal Credit con Nephis) o che hanno acquisito partecipazioni in realtà più piccole (come ad esempio IBL Banca con Finanziaria Familiare, Banca Privata Leasing con ADV Finance, Banca Popolare Puglia e Basilicata con Apulia Pronto Prestiti), e sia da parte di reti che hanno incorporato realtà distributive specializzate nella cessione del V, come ad esempio Credipass con Prestasì.

Oltre alle operazioni di acquisizione, molti investimenti sono stati fatti per il rilancio di business nella cessione del V come ad esempio da parte di Races, Banca Popolare di Torre del Greco, Creditis…

Altri operatori hanno rafforzato la loro struttura distributiva creando brand dedicati a nuovi canali, come ad esempio CompassQuinto, TidoCredito (Pitagora) o ad esempio, caratterizzando meglio le loro agenzie, come ad esempio DynamicaRetail, con il marchio “Finanziamoci” o creando una offerta multibrand come Poste, che ha aggiunto in gamma anche Unicredit oltre a BNL Finance.

Non per ultimo, la costituzione da parte del gruppo Credem di una società dedicata alla cessione del V e al credito in genere “Avvera” e da segnalare il riassetto da parte di Banco BPM delle sue attività nel credito al consumo fra Agos e ProFamily.

A livello assicurativo, c’è un crescente interesse da parte delle compagnie di rivestire un ruolo sempre più importante in questo comparto, ad esempio alcune, come CF Assicurazioni hanno anche rafforzato lo staff dedicato.

Altri assicuratori stanno studiando con interesse il mercato cessione del V.

La raccolta premi imputabile a questo settore risulta a fine giugno pari a oltre Euro 300 milioni con un tasso di crescita del 20% sullo stesso periodo 2018.

per maggiori informazioni su il Report trimestrale di Business Intelligence sulla Cessione del V contattare Alberico Imbriano – alberico.imbriano@emfgroup.it o 02.38236758