Capital Money integra nella propria organizzazione Capitale Sviluppo, mediatore creditizio già iscritto all’Organismo Agenti e Mediatori e cancellatosi pochi giorni fa per aderire al progetto di espansione della società di Mediazione Creditizia milanese che da oltre trent’anni è sul mercato italiano del credito.

Capitale Sviluppo ha sempre amato definirsi una “boutique” di servizi finanziari e nel tempo si è specializzata nel settore del credito alle imprese, rappresentando in esclusiva per il sud d’Italia Eurofidi, il principale consorzio di garanzia Italiano annoverabile senza dubbio anche tra i primi d’Europa.
Controllata al 100% da 3Hpartners la società è stata conferita in Capital Money e avrà una partecipazione pari al 9%.
Capital Money oltre ad acquisire il portafoglio clienti in essere e le convenzioni attualmente attive, prenderà in carico anche i dipendenti ed i collaboratori della struttura così da dare rapido impulso al progetto ponendosi come polo di riferimento per le PMI con una sempre più ampia gamma di servizi e prodotti.

pltv_2x1_capital_mgm“L’obiettivo nel medio periodo – commenta Sergio Merisio, presidente di Capital Money – è quello di imprimere una spinta sempre maggiore verso il settore azienda. La nostra strategia vede il Gruppo CM non solo impegnato sul fronte della consulenza attraverso la Capital Management, ma anche nella ricerca del credito e nella mediazione, che è la nostra mission aziendale”.

In breve tempo Capitale Sviluppo dovrebbe chiudersi e lasciare la partecipazione direttamente a 3Hpartners, che conta al proprio interno figure internazionali di grande professionalità, con una consolidata esperienza di consulenza di direzione e di corporate finance.

“3HPartners – afferma Bernardo Bertoldi, presidente di 3H Italiaottiene oggi due grandi risultati: superare con successo la fase di incubazione di CapitaleSviluppo e, grazie alla partecipazione in Capital Money, cogliere una grande occasione per supportare ancora più imprenditori nelle loro scelte strategiche e di finanza”.

In questo modo, Capital Money si arricchisce doppiamente: se da un lato va a rafforzare il proprio servizio rivolto al mondo corporate e alle aziende – alla ricerca di soluzioni di credito e di sempre nuove opportunità -, dall’altro va ad acquisire un partner di primario livello nell’ambito dei consorzi di garanzia, con una storia, un portafoglio clienti e convenzioni, una struttura operativa e commerciale già formata e “in produzione”.

“Stiamo interpretando le esigenze di un mercato del credito sempre più selettivo ed esigente – dichiara infine Alessandro Buriani, amministratore delegato di Capital Management Una vera e propria rivoluzione nel mondo della mediazione del credito che oggi non può prescindere spesso dalla fusione con la consulenza specifica quando si parla d’impresa.”
“Si tratta di un passo molto importante – continua Merisio – con il quale Capital Money completa e rafforza il proprio posizionamento nel mercato del credito, che la vede fra i player principali del settore retail con le Business Unit dedicate a mutui e a prestiti personali e cessioni del V. Riteniamo che anche su questo fronte, nonostante il momento socioeconomico particolarmente delicato, possiamo ancora fare la differenza sul mercato”.