bper
Nella foto Mario Pavlin (CR Saluzzo) con Enrico Pollino, director EMFgroup

L’operazione fatta da BPER, con la Fondazione della CR Saluzzo  per l’acquisizione del controllo della banca CR Saluzzo, segue quella già realizzata con la Cassa di Risparmio di Bra ad inizio 2013, e mira a far nascere un “polo regionale” del Gruppo, costituito da 55 sportelli in totale assenza di sovrapposizioni, stante la piena complementarietà delle rispettive reti distributive.

Il contratto prevede l’acquisto da parte di BPER del 46,98% del capitale della Cassa detenuto dalla Fondazione, determinando in capo a BPER la titolarità di una partecipazione di controllo pari al 78% del capitale, per un corrispettivo pari a circa € 35,3/mln, con un impatto minimo sui ratios patrimoniali.

L’ingresso in un gruppo bancario di rilevanza nazionale consentirà alla Cassa di ottenere un forte sostegno finanziario ed industriale, beneficiando di rilevanti vantaggi competitivi, anche derivanti dall’adozione delle best practice interne al Gruppo, e di un’ulteriore diversificazione della gamma di prodotti e servizi finanziari offerti alla clientela. Ciò permetterà alla Cassa di meglio affrontare le sfide dei mercati sempre più complessi e competitivi, pur rimanendo vicini alle esigenze ed ai progetti della clientela di riferimento, al fine di associare la propria crescita allo sviluppo economico, sociale ed ambientale dei territori serviti.

Per la Fondazione l’operazione si inquadra all’interno delle iniziative avviate ai fini del rispetto delle previsioni del “Protocollo ACRI-MEF”.

CR Saluzzo è guidata dal direttore generale Mario Pavlin, ed è stata premiata nell’ambito di Bancassurance Awards (evento organizzato da EMFgroup) come Miglior Banca a livello territoriale riconosciuta dal mercato per l’impegno e i risultati nella Bancassurance.