Nel mese di aprile il numero di interrogazioni sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF relative a richieste di nuovi mutui e surroghe (vere e proprie istruttorie formali, non semplici richieste di informazioni o preventivi online) da parte delle famiglie italiane ha registrato una flessione del -16,1% rispetto allo stesso mese del 2016: si tratta del più pesante calo di richieste degli ultimi cinque anni. E dire che il 2017 era iniziato con una performance complessivamente positiva, se confrontata con un 2016 di grandi volumi, caratterizzato ancora dalla spinta delle surroghe.

La variazione negativa potrebbe però essere determinata dall’effetto “calendario” che, per quanto il dato sull’andamento delle richieste venga ponderato rispetto al numero di giorni lavorativi presenti nel periodo di osservazione, ovviamente non tiene conto dei numerosi ponti festivi presenti nel mese.

Di seguito sono riportate in tabella e in forma grafica le variazioni percentuali mensili in valori ponderati, cioè al netto dell’effetto prodotto dal differente numero di giorni lavorativi, sul SIC EURISC, che raccoglie i dati relativi ad oltre 81 milioni di posizioni creditizie.

La tabella seguente mostra la performance dell’aggregato dei primi quattro mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti. La flessione di aprile riporta in negativo il confronto con il corrispondente periodo dell’anno precedente.

Per scaricare il documento completo cliccare qui.

 

Riproduzione Riservata PLTV – Fonte: estratto da comunicato stampa