Banca Progetto e il Confidi Garanzia Etica hanno sottoscritto un accordo finalizzato a favorire l’accesso al credito alle PMI italiane, colmare il gap tra domanda e offerta di finanziamento e sostenere le oltre 4.200 imprese associate al Confidi.

L’iniziativa, avviata da Pietro D’Anzi, amministratore delegato e direttore generale di Banca Progetto, ed Enrico Gaia, Presidente di Garanzia Etica, prevede la promozione dei prodotti impresa della Banca e la creazione di nuove sinergie volte a offrire servizi personalizzati di elevato livello come come l’analisi del fabbisogno finanziario e del merito di credito, un’assistenza qualificata per l’accesso alle agevolazioni pubbliche e in relazione a progetti di sviluppo volti all’innovazione e all’internazionalizzazione.

Vogliamo essere un punto di riferimento per gli imprenditori, una Banca che li supporti in piani votati all’aumento dimensionale, alla diversificazione dei canali distributivi e alla
internalizzazione. Miriamo a premiare le eccellenze puntando sui progetti futuri e sulla solidità del piano industriale
– dichiara Pietro D’Anzi, Amministratore Delegato di Banca Progetto Per raggiungere questi obiettivi siamo lieti di poter collaborare con Garanzia Etica che da sempre porta progettualità e prospettive di crescita alle PMI associate”.

“Oggi, più che mai, è fondamentale massimmizzare gli interventi a supporto dell’economia reale – sostiene Enrico Gaia Presidente di Garanzia Etica – L’accordo con Banca Progetto riveste nell’attuale scenario economico una grande importanza a sostegno della ripresa economica e delle imprese che contribuiscono al mantenimento e al rafforzamento del tessuto produttivo e sociale. Garanzia Etica vuole confermare in maniera concreta la propria vicinanza alle imprese supportandole nei progetti di investimento e sviluppo dell’attività”.