A fine febbraio Banca Progetto, guidata dall’amministratore delegato Paolo Fiorentino, ha approvato il Piano Industriale 2019-2021, che ha confermato da un lato l’attuale business model focalizzato su Imprese e Privati e dall’altro lo sviluppo di nuove strategie orientate su soluzioni innovative basate sull’ampio ricorso alla digitalizzazione.

Tutto questo con l’obiettivo di dare un’identità precisa e distintiva alla Banca.

In particolare, il processo di digitalizzazione riguarderà sia i business tradizionali (Prestiti CQ e Finanziamenti alle PMI), che la creazione di una piattaforma digitale transazionale “Digital Bank” che permetterà di raggiungere e servire nuovi target di clientela e creare sinergie con i business tradizionali, rendendo la Banca un operatore specializzato che fa ampiamente ricorso a soluzioni fintech.

Risultati 2018 nella Cessione del V

Dal Bilancio 2018 emerge che l’erogazione diretta di Prestiti CQ per il tramite della rete di agenti/mediatori è stata pari a circa Euro 120 milioni. Questo risultato ha permesso di acquisire una quota di mercato importante all’interno di un settore che sta diventando sempre più competitivo con l’ingresso di nuovi operatori attratti dal profilo di rischio/rendimento del prodotto.

Il totale degli impieghi in essere nella CQ ammonta a Euro 165,0 milioni, inclusi i portafogli acquistati da altri intermediari ed erogati dagli stessi tramite la rete di agenti e mediatori della Banca. Nel medesimo segmento di business si evidenzia l’integrale rimborso dei titoli emessi nell’ambito dell’operazione Lake Securitisation Platform 2, a seguito della cessione da parte del veicolo ad un operatore specializzato a fine 2018 di un portafoglio di oltre Euro 90 milioni, mentre il rimanente portafoglio è stato acquistato dalla Banca.

Finanziamenti alle PMI nel 2018

Nel corso dell’esercizio il segmento di business riguardante i finanziamenti alle piccole e medie imprese, prevalentemente assistiti dal fondo centrale di garanzia, ha registrato erogazioni complessive nell’anno di poco superiori agli Euro 20 milioni.