Avvera, la nuova società del Gruppo Credem specializzata nei mutui e nel credito al consumo per i privati punta, entro fine 2022, a 100 mila nuovi clienti ed una rete di 500 agenti e collaboratori.

L’obiettivo è arrivare a generare, dal 2022, 1,5 miliardi di euro annui tra nuovi mutui (450 milioni di euro) e finanziamenti di credito al consumo (oltre un miliardo di euro) portando a regime gli importanti investimenti effettuati nel triennio.

Nata a maggio 2019 dalla trasformazione di Creacasa Srl (100% Credem), Avvera, con 400 agenti e collaboratori, vanta già ad oggi una delle più grandi reti di agenti in attività finanziaria in Italia. La struttura distributiva, che a partire dai primi mesi del 2020 inizierà ad erogare anche prestiti finalizzati, è composta da professionisti provenienti dalla rete specializzata nei mutui di Creacasa e dalla rete di agenti e collaboratori specializzati nella cessione del quinto e prestiti personali di Credem, entrata a far parte di Avvera dal 1° ottobre 2019.

Amministratore delegato e direttore generale di Avvera è Lorenzo Montanari, i due vice direttori generali sono Giandomenico Carullo e Angelo Martoni, mentre presidente è Claudio Zara professore aggregato presso la SDA Bocconi School of Management.

“Avvera ha l’obiettivo di diventare il nuovo punto di riferimento per tutto il Gruppo Credem nell’ambito del consumer finance, puntando su agilità ed innovazione dei touchpoint con la clientela e sulla completezza dell’offerta”, ha dichiarato Lorenzo Montanari, amministratore delegato e direttore generale di Avvera. “In un mercato del credito al consumo che si presenta altamente competitivo”, ha proseguito Montanari, “il Gruppo Credem considera la specializzazione un fattore critico di successo ed ha intrapreso di conseguenza il percorso strategico di costituzione di una società prodotto dedicata. L’obiettivo”, ha concluso Montanari, “è rispondere efficacemente a tutte le esigenze che si manifestano nella vita delle famiglie, dall’acquisto dell’abitazione alle spese necessarie per l’istruzione, al matrimonio o all’acquisto di un’auto”.

 

Forte focus su partnership distributive e tecnologia

Il modello distributivo adottato da Avvera è distintivo per il mercato italiano, perché è tra i pochi ad essere multicanale e multiprodotto e si candida a diventare un polo ad elevata specializzazione nel finanziamento alle famiglie, con un modello di business rivolto in particolar modo ai potenziali clienti esterni al Gruppo Credem e che vedrà affiancare al tradizionale canale di vendita, rappresentato dalla rete di agenti, ulteriori canali. Sono stati infatti conclusi importanti accordi con banche e società di intermediazione creditizia per il collocamento di prestiti personali in ottica di fabbrica prodotto con l’obiettivo di raggiungere risultati in modo sinergico con i partner. A tal fine è stata costituita una direzione denominata “banche e partnership” affidata a Francesco Capozza con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento (fabbrica prodotto) esclusivamente per le banche e reti di distribuzione di prestiti personali e cessione del quinto.

 

Rilevanti investimenti sono stati realizzati per sviluppare l’offerta digitale che sarà tra le più innovative presenti sul mercato e già in ottica PSD2. In particolare è stata implementata una sofisticata piattaforma tecnologica (in partnership con Quid Informatica) anche per supportare soluzioni digitali per lo sviluppo di forti sinergie e partnership con parti terze (open banking);

 

Ad oggi Avvera collabora con importanti controparti quali: Credemassicurazioni, Credemvita, Credemtel, Credemleasing, Cardif Vita, Crif, Gruppo MutuiOnline, Quid Informatica, TooTech Group e molti altri, che condividono gli obiettivi ed i valori della società.

 

Nuovo brand

 

Oltre agli investimenti in innovazione e al rafforzamento della struttura commerciale, la nascita di Avvera è stata anche caratterizzata dalla definizione di un nuovo brand, per collocarsi in modo distintivo sul mercato puntando al coinvolgimento di nuovi target di clientela. Il logo, semplice e positivo, resta impresso nella memoria visiva e risulta familiare fin dai primi momenti, caratterizzato da un colore che è riconducibile alla sfera della creatività e dell’immaginazione. Il nome evoca vicinanza al cliente, la realizzazione dei sogni e richiama valori ed emozioni associabili della società.