Il Consiglio di Amministrazione di Alba Leasing, primario operatore indipendente nel settore del leasing, riunitosi sotto la presidenza di Luigi Roth, ha esaminato e approvato i risultati relativi ai primi sei mesi del 2018.
Il risultato dell’attività corrente al lordo delle imposte, al 30 giugno 2018, è stato di 6,3 milioni di euro, generando un utile netto di 4,5 milioni di euro.

Il volume dello stipulato a giugno 2018 è stato pari a 673,8 milioni di euro, in crescita del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 6.500 contratti stipulati nel semestre. In aumento del +3,15% il peso del leasing strumentale, attività “core” della Società, con una quota percentuale di circa il 50%.

“I risultati positivi del primo semestre 2018” dichiara Luigi Roth, presidente di Alba Leasing, “confermano che la nostra Società prosegue nel suo piano di crescita strategica, per acquisire nuove quote di mercato ed essere fortemente competitiva. La riduzione della quota di crediti deteriorati in portafoglio testimonia concretamente la qualità dei nostri attivi e ci spinge verso un obiettivo di rafforzamento della nostra posizione sul mercato, puntando soprattutto sulle innovazioni tecnologiche, per un leasing sempre più digitale”.

Alba Leasing conferma la propria presenza capillare su tutto il territorio nazionale, grazie a una rete distributiva, formata dalle filiali delle banche socie e di 30 banche convenzionate, composta da 5.125 sportelli di cui 3.221 appartenenti alle banche socie e 1.904 a quelle convenzionate.
Nel 1° semestre 2018, Alba Leasing è entrata, nel business del leasing operativo con la stipula delle prime operazioni.