Alba Leasing conclude il 2017 con il miglior risultato commerciale di sempre.

La Società presieduta da Luigi Roth ha raggiunto, infatti, il risultato di Euro 1.459 milioni di stipulato, in aumento del 5,5% rispetto ai 1.383 milioni del 2016.

Al dato relativo ai volumi di stipule leasing si aggiungono altri
Euro 40 milioni di finanziamenti (“Pagodopo”) grazie ai quali la produzione complessiva, al 31 dicembre 2017, raggiunge il considerevole valore di Euro1,5 miliardi.

Con una quota di mercato del 7,7%, a fine 2017 Alba Leasing si è posizionata al quarto posto nel ranking Assilea e al terzo posto relativamente al comparto strumentale dove ha realizzato 768 milioni di euro di stipulato, in crescita del 9,6% sul 2016, per una quota di mercato dell’8,7%.

Alba si è confermata anche prima nel leasing energetico, dove vanta una quota di mercato pari al 24,6%, grazie all’elevata specializzazione nel settore della sostenibilità ambientale e ad uno specifico programma di sostegno finanziario alle imprese che investono nell’efficientamento energetico o nella green mobility.

Positivi i numeri registrati anche negli altri comparti, con il leasing immobiliare a Euro 326 milioni (+12,2%) e il leasing aeronavale a Euro 44 milioni (+25,6%). Con oltre 300 milioni di stipulato, il leasing auto si mantiene in linea con i risultati dell’anno precedente.

“Anche nel 2017 Alba Leasing si è confermata un’azienda in forte crescita”, dichiara Massimo Mazzega, amministratore delegato di Alba Leasing (nella foto). “Siamo molto soddisfatti dei nostri risultati che, da un lato, ci permettono di consolidare la nostra posizione sul mercato e, dall’altro, testimoniano il valore del leasing come strumento utile a supportare lo sviluppo delle imprese italiane, in particolare di quelle che investono in innovazione e ricerca oppure per l’ammodernamento o l’ampliamento di ambienti e attrezzature”.

Un contributo importante ai traguardi raggiunti da Alba Leasing nel 2017 arriva anche da Alba Next, un progetto focalizzato sulla digitalizzazione dei processi aziendali che ha portato, tra l’altro, all’introduzione della firma digitale e alla “dematerializzazione” delle pratiche di leasing.