PLTV riporta articolo da Il Sole 24 Ore.

Bollino UE per l’operazione su 1,1 miliardi di crediti al consumo performing

Si sblocca anche in Italia il mercato delle cartolarizzazioni STS, sigla che sta per «semplici, trasparenti e standardizzate» e che fornisce alle operazioni di cessione di crediti attraverso creazione di appositi veicoli finanziari una sorta di «bollino di garanzia». A rompere il ghiaccio, applicando così finalmente le nuove norme e i requisiti introdotti a inizio anno in base al Regolamento Ue 2017/2402, è stata Agos, che ha completato con successo la sua sedicesima cartolarizzazione pubblica di crediti al consumo performing del valore di circa 1,1 miliardi di euro.

L’introduzione dei nuovi standard aveva in parte frenato il mercato in quest’inizio del 2019, tanto che negli ultimi due mesi sono state soltanto una decina le operazioni simili notificate all’autorità di controllo degli strumenti finanziari e dei mercati Esma (fra cui 3 provenienti dall’Olanda, 2 tedesche e 2 britanniche). Ora però la situazione sembra risolversi anche nel nostro Paese: «Si tratta di un’operazione di particolare rilevanza che farà da apripista per altre cartolarizzazioni Sts» afferma infatti Pietro Bellone, counsel di Allen & Overy che ha affiancato Agos negli aspetti legali dell’operazione insieme a Legance. «Nonostante alcuni elementi del quadro normativo siano ancora in corso di finalizzazione – ha aggiunto Bellone – sussistono già i presupposti per strutturare le prime operazioni Sts e il mercato è maturo per cogliere i benefici di liquidità e ponderazione del rischio che derivano dalla nuova regolamentazione»

Nell’ambito dell’operazione – realizzata con il contributo di Crédit Agricole Cib, in qualità di Joint Arranger, Joint Lead Manager e Sole Bookrunner, Banca Akros in qualità di Joint Arranger e Joint Lead Manager, nonché Merrill Lynch International e UniCredit in qualità di Joint Lead Managers, mentre il servizio di corporate servicer del veicolo e di pool audit è stato svolto da Zenith Service – i titoli senior, mezzanine e junior sono stati emessi dalla società veicolo Sunrise SPV Z70.

La tranche senior, con rating Fitch e Dbrs AA/AA(h) e del valore di 756 milioni, è stata interamente collocata sul mercato presso investitori istituzionali, con una richiesta pari a due volte i titoli disponibili. Un risultato questo che, come ha sottolineato Vincent Julita, vice direttore generale e cfo di Agos, «conferma la fiducia degli investitori sul modello di business della società e sull’elevata qualità del credito erogato, nonostante le incertezze geopolitiche che creano volatilità sul mercato europeo e italiano in particolare».