Al 31 marzo i prestiti a famiglie e imprese registrano una crescita su base annua pari all’1%. Il dato, secondo quanto emerge dal rapporto mensile dell’Abi, emerge dalle stime basate sui dati pubblicati dalla Banca d’Italia, relativi ai finanziamenti a famiglie e imprese (calcolati includendo i prestiti non rilevati nei bilanci bancari in quanto cartolarizzati e al netto delle variazioni delle consistenze non connesse con transazioni, ad esempio, variazioni dovute a fluttuazioni del cambio, ad aggiustamenti di valore o a riclassificazioni). A marzo 2019 i tassi di interesse sulle nuove operazioni di finanziamento permangono su livelli bassi. Il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni e’ risultato pari a 1,87% (1,91% a febbraio 2019, 5,72% a fine 2007). Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese e’ risultato pari a 1,43% (1,51% il mese precedente; 5,48% a fine 2007). Il tasso medio sul totale dei prestiti e’ pari al 2,58% (2,59% il mese precedente e 6,18% prima della crisi, a fine 2007).A