Secondo ABI, le Banche sono fortemente impegnate, in collaborazione con numerose Associazioni dei consumatori, per rafforzare la fiducia e contribuire a consolidare la crescita, confermando innovative capacità di intervento a favore delle famiglie sul versante della sostenibilità delle rate.

Tra marzo 2015 e maggio 2017, sono state già 14.163 le famiglie che hanno potuto sospendere per 12 mesi la quota capitale del proprio finanziamento – tra mutuo prima casa e credito al consumo – con un controvalore complessivo di Euro 412 milioni.

Questo emerge dal nuovo monitoraggio dell’Accordo ABI-Associazioni dei Consumatori per la “Sospensione della quota capitale dei crediti alle famiglie”.

L’analisi relativa alla ripartizione territoriale delle domande evidenzia che:

– per le operazioni di finanziamento al consumo: Nord (35,8%), Centro (22,5%), Sud e Isole (41,7%)
– per i mutui: Nord (49,5%), Centro (25,6%), Sud e Isole (24,9%).

Le misure dell’accordo ABI-Associazioni dei consumatori hanno validità fino a dicembre 2017.

Fonte: comunicato stampa