Confartigianato Fidi uno dei maggiori Confidi operanti in Italia presieduto da Adelio Ferrari e diretto dal direttore generale Gianmario Caramanna rende noto i primi risultati del bilancio 2016.

I commenti del management di Confartigianato Fidi…
“Nonostante un incremento su base annua (+ 1%) delle garanzie erogate, il bilancio 2016 chiude con una perdita di esercizio pari circa Euro 3,5 milioni. Oltre al fatto che il maggior utilizzo della controgaranzia del Fondo Centrale comporta uno sconto sulle commissioni (dunque minori introiti), la ragione preminente della perdita deriva dalla mancata copertura di pregresse “riassicurazioni cappate” (senza la quale il bilancio avrebbe chiuso in lieve attivo come lo scorso anno) che ha comportato  un maggior accantonamento per circa Euro 5,4milioni. Pertanto si riscontra tale perdita, nonostante una plusvalenza di circa Euro 1,6 milioni derivante dalla vendita di titoli. Conseguentemente ciò purtroppo comporterà – sulla base delle norme statutarie inserite su disposto di Banca d’Italia – una lieve riduzione in percentuale del valore delle azioni che saranno restituite ai Soci richiedenti dopo l’approvazione del Bilancio.”

Riproduzione Riservata PLTV – Fonte: comunicato stampa