Il risultato consolidato al 30 giugno 2012, è di un utile netto di Euro 1,4 milioni (contro una perdita netta di Euro 1,1 milioni relativa al primo semestre dell’anno precedente) e riflette un miglioramento dei principali aggregati ed indicatori economici, dovuto alle scelte di politica commerciale, alle azioni di riorganizzazione strutturali e di efficientamento e alla focalizzazione sul core business della cessione del quinto.

La produzione dei finanziamenti con cessione del quinto, è risultata pari a circa Euro 58 milioni e caratterizzata da un sensibile aumento dei margini di redditività, con un incremento significativo del valore dei finanziamenti intermediati (pari a circa l’11,4% rispetto al primo semestre 2011) e delle commissioni nette (pari a circa il 30,7% rispetto al primo semestre 2011).