Mediobanca ha reso noto recentemente i risultati trimestrali (al 30 marzo 2017, ma per questo gruppo sarebbe i primi 9 mesi…) mostrando che Compass ha avuto risultati eccellenti con un’ottima riduzione della rischiosità del portafoglio e un risultato netto raddoppiato.

I ricavi sono in crescita nei primi 9 mesi del 12% (da Euro 637,7 a Euro 714,5 milioni), il cost/income in discesa al 29%, rediti (-19,1%); e l’utile netto pressoché raddoppiato a Euro 198,1 milioni.

In particolare, i ricavi beneficiano della crescita dei volumi e della tenuta della marginalità che si riflette in maggiori margine di interesse (+11,3% da Euro 551 a Euro 613,3 milioni) e commissioni (+16,7%); in parallelo aumentano i costi (+6,1%, da Euro 194,8 a Euro 206,7 milioni).

Le rettifiche su crediti calano del 19,1% (da Euro 269,1 a Euro 217,8 milioni) e riflettono un generalizzato miglioramento del profilo di rischio del portafoglio in linea con i trimestri precedenti; il costo del rischio è in ulteriore discesa da 286 bps di dicembre (6 mesi) a 259 bps di marzo (9 mesi) con un tasso di copertura stabile al 73% per le partite deteriorate e al 2,5% del bonis.

Nel trimestre (gennaio-marzo) proseguito l’incremento degli impieghi a clientela da Euro 11.244,9 a Euro 11.464,5 milioni con un erogato nei nove mesi che si attesta a  Euro 4.832,2 milioni (in aumento del 7,1% rispetto allo scorso anno).

Riproduzione Riservata PLTV