little_homeNel 2012 i principali operatori della consulenza creditizia hanno intermediato circa Euro 2,5 mld di mutui pari a circa il 58% in meno rispetto al 2011. Il peso delle reti terze sul mercato totale dei mutui è oggi intorno al 10–11%, contro il 16-18% del 2008.

L’anno appena trascorso ha rappresentato il maggior declino degli ultimi 5 anni. Sembra una vita fa, ma in realtà sono passati solo 4-5 anni quando le reti crescevano a ritmi importanti, con volumi totali di mutui erogati compresi fra Euro 6-7 mld.

Il 2012 ha anche segnato l’inizio della vera diversificazione da parte di moltissime reti che hanno “salvato” i bilanci grazie ad una maggiore attività nella cessione del V, nei prestiti personali e nelle assicurazioni.

Come è emerso dalla attività di intelligence condotta da EMFgroup, nessuna delle reti monitorate nel EMFgroup (www.emfgroup.it) panel, ha registrato trend di crescita positivi, a parte le new entrant come Mutui Casa Service.

Qualcuno però è riuscito a contenere la decrescita sotto il 30% come ad esempio Nexus, We –Unit e Euroansa, tre reti che stanno perseguendo strategie mirate e strutturate come Nexus e Euroansa o grazie alla sinergia con la rete immobiliare come nel caso di We-Unit.