Buone performance nella protection già nei primi mesi del 2013 a conferma del buon andamento del 2012. La raccolta dei premi protection cresce infatti di oltre il 65% grazie ad una modalità di offerta diversa. Fino a poco tempo fa la proposition di offerta era basata prevalentemente sul bundling dei prodotti, ovvero sul confezionamento di prodotti che includono diverse coperture e collegati a prodotti bancari, oggi BAP punta invece su una offerta protection a menu per il cliente che può scegliere le coperture più adeguate.

La Compagnia Vita del Gruppo Etruria ha chiuso il bilancio 2012 con un importante incremento nella raccolta premi, concentrata prevalentemente sul business storico dei prodotti rivalutabili nonché delle forme pensionistiche individuali. BAP Vita ha raccolto premi per € 152 milioni e segna un incremento del 41% rispetto all’esercizio precedente, in controtendenza con l’andamento medio della Bancassicurazione in Italia.

BAP ha attualmente una ampia gamma di prodotti protection che comprendono anche coperture della BAP Assicurazioni, tra cui:

BAPScacciaPensieri (TCM con combinazioni di tariffe diverse), BAPFuturoSereno (copre diverse combinazioni di rischio di infortuni e malattia dell’individuo e del suo nucleo famigliare), BAPTuttoPro-Tetto (copre diverse combinazioni di rischio legate all’abitazione ed agli imprevisti della vita quotidiana). Tali prodotti, venduti anche in formule a pacchetto, beneficiano di importanti sconti sul premio e del frazionamento mensile dello stesso. Inoltre, sul segmento aziende, l’offerta prevede il prodotto BAPPMI (copertura dedicata all’attività delle imprese) e la TCM Aziende ed Infortuni (copertura TCM ed infortuni per dipendenti, amministratori,soci, etc…).

BAP Vita e Previdenza lavora con oltre 300 sportelli non afferenti solo alla rete captive.

Qui sotto riportiamo la video-intervista di Emanuele Marsiglia, consigliere delegato di BAP Assicurazioni.