Screen Shot 2014-04-24 at 16.43.02Nell’ultimo bollettino di Bankitalia, pubblicato qualche giorno fa, si evince che sembrano che esistano minori difficoltà da parte di imprese e famiglie ad accedere al credito nel 2014.

Secondo le banche intervistate in Italia nell’ambito dell’indagine trimestrale sul credito bancario nell’area dell’euro (Bank Lending Survey), nel quarto trimestre del 2013 le politiche di offerta dei prestiti alle imprese stanno diventando lievemente meno restrittive, beneficiando della minore percezione del rischio di credito.

Inoltre sulla base del sondaggio trimestrale condotto dalla Banca d’Italia in collaborazione con Il Sole 24 Ore, emerge che la percentuale netta di imprese che riporta difficoltà di accesso al credito è diminuita nel primo trimestre del 2014 al 13,2% (da 15,3% del quarto trimestre del 2013) riflettendo quindi il miglioramento nel settore.

Sul fronte famiglie, le prospettive meno sfavorevoli per il mercato immobiliare e per l’attività economica hanno indotto le banche ad allentare i criteri di offerta dei mutui alle famiglie, incrementando il rapporto tra il valore del prestito e quello delle garanzie, e riducendo i margini sui tassi di interesse applicati.