Assofinmed, ha avviato un programma di tavoli tecnici itineranti per creare maggiore informazione e controlli più puntuali sul territorio su tutti gli operatori della consulenza creditizia.
Il primo tavolo tecnico è stato organizzato lo scorso 2 Febbraio, il prossimo sarà a Milano nelle prossime settimane, altri sono in programma.
Al primo appuntamento hanno partecipato rappresentanze del settore della Mediazione Creditizia del Centro Sud Italia. Uno dei temi discussi è stato quello sull’abusivismo del periodo transitorio e la mancanza di provvedimenti sanzionatori da parte degli organi di vigilanza, almeno per il momento.
Assofinmed, sottolinea il presidente Sozio, si era già fatta portavoce verso alcune rappresentanze dell’OAM di operatività border line ancora presenti sul mercato e si chiede quanto l’Organismo potrà fare per presidiarie direttamente il territorio.
Spesso, sostiene Assofinmed, è la disinformazione a consentire che certi comportamenti continuino ad esistere. Altro tema discusso, fra gli altri, durante il primo tavolo tecnico, è stato pertanto la necessità di fare chiarezza e informazione sulla raccolta delle firme del cliente sul contratto di finanziamento, ivi compresa la controfirma del mediatore per autenticazione. Attualmente, si ricorda, che il mediatore non è autorizzato a raccogliere le firme da parte del Cliente.