pltv_1x1_filipponeLuca Filippone, vice direttore generale di Reale Mutua durante Italy Protection Forum dello scorso 1 aprile sottolinea il ruolo strategico della loro rete agenziale nello sviluppo delle polizze protection.

“Il 2014 è stato un buon anno per il nostro business protection, questo conferma la capacità della nostra rete agenziale di “mettere a terra” una bella capacità professionale nei confronti dei clienti. Sono positivo e dobbiamo esserlo un po’ tutti perché la protection rappresenta una opportunità per compagnie e per reti distributive soprattutto perché è un business ad alto contenuto consulenziale e può fornire un vantaggio alle reti agenziali di distinguersi dagli altri canali distributivi.

Noi, come Reale Mutua, stiamo lavorando ad un modello integrato per fare in modo che ci sia maggiore consapevolezza da parte dei clienti e ci siano maggiori risposte operative da parte della nostra rete. Ad esempio, stiamo investendo in formazione per creare figure specializzate nelle agenzie, i cosiddetti “welfaristi” che siano in grado di fare una consulenza qualificata ai clienti e stiamo investendo anche in tools che siano in grado di fare check up profondi ai clienti sugli eventuali bisogni/rischi da coprire.
Ora siamo nella fase pilota di questo tool e siamo soddisfatti dei primi riscontri. Fare check up ai clienti, significa essere professionali e rapidi, perché i clienti danno a stento all’agente 45 minuti del loro tempo.
Il nostro obiettivo è di fare in modo che le nostre agenzie diventino dei centri di risk management per le famiglie per aiutarle a coprirsi da tutti quegli eventi che potrebbero metterle a rischio. La nostra nuova offerta Family Care (per la rete Reale Mutua) e First Protection (per la rete Italiana) va in questa direzione.