L’erogazione di servizi adeguati ai bisogni della crescente proporzione di popolazione anziana in presenza di vincoli alla capacità di spesa pubblica diventerà nel prossimo futuro una sfida cruciale per il nostro Paese. Il settore assicurativo ne è coinvolto in un ruolo di primo piano e sta proponendo soluzioni, supportate da analisi tecniche, per stimolare la discussione degli interessati e l’attenzione dei decision maker.

In quest’ottica, l’ANIA ha realizzato un progetto di ricerca in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, scaturito nella pubblicazione del volume “Assicurazioni sulla salute: caratteristiche, modelli attuariali e basi tecniche”. Lo studio presenta una ricognizione delle assicurazioni sulla salute, dello sviluppo in Italia di alcune forme assicurative e dei modelli attuariali idonei alla stima delle corrispondenti tendenze biometriche attese.

I modelli che hanno mostrato la migliore bontà di adattamento alle basi di dati disponibili, raccolte da Istituti pubblici nazionali e da statistiche associative, sono stati utilizzati per applicazioni che hanno generato le basi tecniche riguardanti l’assicurazione per la perdita di autosufficienza, l’assicurazione contro l’insorgenza di malattie gravi e alcune forme assicurative sull’invalidità. Tali basi, rispetto a quelle più in uso, si caratterizzano per la novità di derivare da dati esclusivamente nazionali, nell’auspicio di avviare un percorso che porti alla rilevazione di dati di esperienza del settore assicurativo per la costruzione di basi tecniche più aderenti alle caratteristiche delle collettività destinatarie delle coperture.

Fonte relazione ANIA 2015-2016 | Riproduzione riservata PLTV