Rota Porta

header rota portaIn data 30 gennaio 2015 è stata pubblicata la circolare Inps n. 17/2015 sul bonus contributivo Inps per i neoassunti.
Si tratta di primi chiarimenti: rimangono ancora alcune (importanti) questioni da definire, così come l’Inps non ha ancora diramato le istruzioni per l’effettivo godimento dell’esonero.
In sostanza, è un intervento che precisa i principali riferimenti normativi a cui ne seguiranno altri.

Definizione
Incentivo all’occupazione per i contratti indeterminati
Non costituisce “aiuto di Stato” secondo le regole UE

Misura
Esonero della contribuzione Inps – massimo Euro 8.060 annuali – senza penalizzazioni per il lavoratore
Esclusi i premi Inail
Sono agevolati:

  • i contratti a tempo indeterminato stipulati nei confronti di lavoratori che hanno già intrattenuto rapporti di lavoro a termine con il medesimo datore di lavoro (maturando il cosiddetto “diritto di precedenza”), così come le trasformazioni dei contratti a tempo determinato
  • i passaggi dei contratti di lavoro a chiamata a tempo indeterminato in normali rapporti di lavoro subordinate

Campo Applicativo
Il bonus è esteso sia ai soggetti imprenditori che non imprenditori (per quanto concerne gli enti pubblici economici sono necessari alcuni approfondimenti)
L’assunzione deve avvenire con contratto a tempo indeterminato
Il bonus è limitato alle assunzioni avvenute dal 01.01.2015 al 31.12.2015
Sono esclusi i contratti di apprendistato e quelli di lavoro domestico
Particolari regole disciplinano il bonus per le aziende agricole (con riferimento agli operai agricoli)
Spetta per le assunzioni a tempo indeterminato di personale dirigente, ove ne ricorrano le condizioni

Condizioni soggettive ostative nei confronti dei lavoratori assunti
No rapporti a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti l’assunzione: escluse le agevolazioni anche in capo a quei lavoratori che nei 6 mesi precedenti la nuova assunzione hanno intrattenuto rapporti di lavoro domestico a tempo indeterminato o di apprendistato, anche con altri datori di lavoro
No rapporti a tempo indeterminato nei 3 mesi precedenti il 31.12.2014 con lo stesso datore, anche tramite società collegate/controllate, nonché facenti capo, anche per interposta persona con il datore di lavoro
Il lavoratore non deve aver avuto un precedente rapporto di lavoro agevolato con la misura in questione con lo stesso datore di lavoro che assume

Condizioni di fruizione
Il datore non deve avere in corso sospensioni/riduzioni con ricorso agli ammortizzatori, a meno che la nuova assunzione non riguardi professionalità diverse
Regolarità contributiva-assicurativa (Durc) e rispetto dei Ccnl/Accordi
Part-time: il bonus deve essere riproporzionato

Cumulabilità
Non cumulabile: con gli incentivi della legge 92/2012 destinati a over 50 disoccupati da oltre 12 mesi e donne “svantaggiate”
Cumulabile con:

  • bonus Letta (dl 76/2013)
  • bonus per l’assunzione di beneficiari Aspi
  • bonus Garanzia Giovani
  • bonus legge 223/1991 (50% dell’indennità) ove ne ricorrano le condizioni, anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato di precedente rapporto agevolato a termine
  • regole particolari per l’assunzione agevolata del medesimo lavoratore prima utilizzato in somministrazione a termine agevolata (in capo all’APL)